Umidità di risalita: soluzioni definitive COMMENTA  

Umidità di risalita: soluzioni definitive COMMENTA  

Quando l’acqua permea nei muri attraverso il terreno possono verificarsi spiacevoli conseguenze. Tra queste vi è l’umidità di risalita.

La presenza di acqua nel terreno può provocare diversi problemi, uno fra tutti l’umidità di risalita, che interessa soprattutto le pareti che si trovano sotto il livello del suolo oppure a piano terra. L’umidità di risalita, se trascurata, contribuisce ad aumentare il degrado di una struttura muraria: per questo è necessario intervenire tempestivamente con soluzioni che siano definitive del problema. Per trovare una soluzione che risolva l’umidità di risalita è fondamentale valutare la differenza rispetto ad altre tipologie di umidità sui muri (quale ad esempio la condensazione).

Nel caso di umidità di risalita, nello specifico: la macchia è persistente, non risente affatto del clima e del tasso di umidità dell’ambiente circostante; la macchia è abbastanza uniforme, e si estende dal pavimento verso l’alto; la bordura della chiazza non supera un metro di altezza ed è ben definita; durante i periodi di elevata evaporazione si nota la presenza di sali.


Quando l’umidità sui muri è provocata dalla risalita capillare dell’acqua, ci sono alcuni interventi necessari per arginare il fenomeno. Le tecnologie per il recupero edilizio consentono di intervenire con tagli della parete e relativo inserimento di materiale che bloccano l’umidità, oppure con interventi chimici con la creazione di barriere all’interno della struttura muraria. Oppure, in alternativa, si procede con interventi elettrosmotici o con la costruzione di intonaci evaporanti, in grado di assorbire l’acqua dalla parete.


Esistono aziende specializzate nella realizzazione di tali interventi, cui conviene rivolgersi per un consiglio ed un preventivo dei costi.

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*