Uranio impoverito, risarcimenti subito per i familiari delle vittime COMMENTA  

Uranio impoverito, risarcimenti subito per i familiari delle vittime COMMENTA  

Trecento morti e 3.500 malati a causa dell’uranio impoverito: questo è il triste bilancio di una “guerra” silenziosa, quella che le famiglie dei militari portano avanti da anni per ottenere i risarcimenti promessi dal Ministero della Difesa. Vittime e familiari si sono dati appuntamento davanti a Montecitorio, a Roma, per chiedere un incontro con i politici che sono del tutto indifferenti e assenti di fronte a tale problema. Non solo lo Stato non aiuta queste povere persone, ma l’Avvocatura dello Stato sta anche cercando di utilizzare qualunque cavillo burocratico e giudiziario per impedire l’erogazione dei risarcimenti previsti.


La richiesta alle istituzioni è molto chiara: riconoscere i militari morti come “vittime del dovere”: non ci dimentichiamo che hanno giurato sulla bandiera, sottolineano i familiari di alcune vittime.

Alcuni parlamentari del M5S, presenti in piazza, hanno dichiarato che si faranno portavoce di tali richieste in Parlamento con denunce, atti ispettivi e proposte di legge.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*