USA: infermiere insultano e umiliano neonati e postano tutto sui social

USA: infermiere insultano e umiliano neonati e postano tutto sui social

Attualità

USA: infermiere insultano e umiliano neonati e postano tutto sui social

infermiere

Due infermiere di Jacksonville fotografano neonati in posizioni imbarazzanti, li insultano e poi postano il tutto sui social.

L’umiliazione

Ci troviamo al Naval Hospital di Jacksonville, Stati Uniti. Il reparto maternità deve essere sicuramente tra i più impegnativi, ma ci sono due infermiere che hanno deciso di combattere lo stress in un modo a dir poco intollerabile. Due infermiere della nursery, infatti, hanno deciso di sfogare le loro frustrazioni sui neonati di cui dovrebbero occuparsi. Li prendono a malo modo e li mettono in posizioni umilianti – oltre che scomode – fanno foto dove mostrano il dito medio al neonato e scrivono “Questo è ciò che provo nei confronti di questo piccolo diavolo“. Ma la cosa spaventosa è che fanno anche video umilianti coinvolgendo i neonati. Ha fatto scandalo il video in cui una delle due infermiere prende per le ascelle un neonato e lo fa ballare su una musica rap. Il tutto corredato dai commenti taglienti dell’altra infermiera che riprendeva.

infermiere

I social

Lo sfogo delle due infermiere non era limitato allo spazio privato della nursery.

Come appena accennato, infatti, foto e video venivano poi pubblicati in rete. Le due infermiere si saranno aspettate sicuramente una pioggia di like – ed è agghiacciante constatare che, effettivamente, qualche like non è mancato. Ma quello che, ingenuamente, non hanno calcolato è che sui social potevano anche venire scoperte dai genitori dei neonati maltrattati da loro. Infatti così è stato ed è iniziato per loro il linciaggio, oltre alle denunce a raffica da parte di tutti i genitori che erano passati dal reparto maternità del Naval Hospital di Jacksonville. I provvedimenti più immediati sono stati la rimozione dai social di tutti i contenuti offensivi che erano stati pubblicati fin’ora dalle infermiere e, ovviamente, la sospensione dal lavoro di entrambe. Ora sembra davvero azzeccato il commento dell’infermiera nel video in cui facevano ballare il bambino: “Andremo all’Inferno“.

L’indignazione

Tutto il mondo è ora schierato contro le due infermiere di Jacksonville. In molti hanno espresso il loro disgusto per il loro comportamento.

Un’infermiera del Tennessee ha scritto “Bisogna revocare loro la licenza. Crescete, ragazze“, mentre un ex infermiera proprio dell’ospedale di Jacksonville scrive “Non posso credere che sia successo davvero, vergogna“. Inoltre tanti altri insulti piovono sulle pagine dei social delle due infermiere. E’ sicuramente un fatto che sconvolge, perché l’istituzione dell’ospedale è una delle poche in cui tutti vogliono ancora poter riporre fiducia sconfinata. Nessuno pensa di essere maltrattato se entra in un ospedale. Ma non è nemmeno il primo caso di infermieri che – forse a causa di uno stress eccessivo – si ritrovano a maltrattare i loro pazienti. Gran parte di queste notizie si riferiscono a pazienti anziani, il che non dovrebbe far meno male di questa che parla di neonati. Ma i bambini preoccupano e commuovono sempre di più, per istinto di sopravvivenza. Si tratta sempre, in ogni caso, di infermieri che maltrattano i pazienti e dovrebbe sconvolgere alla stessa maniera, sempre.

(I bambini sembrano essere sempre meno al sicuro, ovunque: “Decapita la nipotina di 18 mesi e corre in strada con la sua testa in mano“)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche