Vaccini: Lorenzin propone l’obbligo di vaccinazione per poter accedere alle scuole

Salute

Vaccini: Lorenzin propone l’obbligo di vaccinazione per poter accedere alle scuole

vaccini
Lorenzin, obbligo vaccini

Vaccini, Ministro Lorenzin "Ci sarà un gruppo di vaccinazioni che saranno obbligatorie per l’accesso alla scuola dell’obbligo.

Arriva una svolta sui vaccini. Il Ministro della Salute, Annalisa Lorenzin, ha annunciato di aver approntato un testo di legge per sancire l’obbligatorietà delle vaccinazioni per l’accesso alla scuola dell’obbligo. “L’ho mandato oggi al presidente del consiglio, Paolo Gentiloni, e lo porterò domani in consiglio dei ministri. Ovviamente non potrà essere approvato domani, perché necessiterà di approfondimenti e di una discussione anche da parte del ministero dell’Istruzione“.

Come funziona l’obbligo

Il disegno di legge prevede una lista, fornita di anno in anno dal Ministero, dei vaccini “obbligatori” da fare per poter iscrivere i propri figli a scuola; in merito la Lorenzin ha spiegato “Tutte le vaccinazioni che sono nel piano vaccinale approvato nei Livelli essenziali di assistenza (Lea) sono necessarie per la salute delle persone, poi ce ne saranno un gruppo che saranno obbligatorie per l’accesso alla scuola dell’obbligo. Ovviamente questa è una norma che può avere degli aspetti di complessità, per questo l’ho mandata alla presidenza del consiglio.

Spero che ci sia un approfondimento con il ministero dell’Istruzione, che ha il timore che venga leso il diritto all’accesso alla scuola”.

Obbligo già in atto in molte regioni

Questo testo si inserisce in un piano che molte regioni italiane stanno già attuando. In Emilia è già stata approvata una norma che richiede le vaccinazioni obbligatorie a chi si iscrive all’asilo nido e anche la Lombardia ha preso una decisione simile. Anche a Trieste è stata approvata una misura simile mentre ci sono altre Regioni che stanno ancora scrivendo le loro leggi come Toscana, Piemonte, Puglia e Lazio, che stanno scrivendo testi nei quali in alcuni casi si prevede l’obbligo per i bambini di aver fatto tutte le vaccinazioni, non solo quelle obbligatorie, per entrare sia al nido che alla materna. In linea con quanto fatto, tutte le amministrazioni locali avevano da poco invitato Roma a prendere una decisione nel senso dell’obbligatorietà.

Risposta che non si è fatta attendere, con il Ministro che precisa “Finalmente si è compresa nella popolazione l’importanza della vaccinazione e che stare sotto la soglia vaccinale è un vero e proprio pericolo.

L’epidemia in atto di morbillo, che oggi ci porta più di 2220 casi, la dice lunga sulle complicanze che ci possono essere, ma pensiamo alle varie malattie che possono arrivare, anche più gravi”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche