Acqua d'Avena: l'alleato naturale per pulire intestino e regolare colesterolo
Acqua d’Avena: l’alleato naturale per pulire intestino e regolare colesterolo
Salute

Acqua d’Avena: l’alleato naturale per pulire intestino e regolare colesterolo

Non solo a colazione
Una caraffa di acqua d'avena

L’acqua d’avena ha moltissimi e importanti benefici per il nostro organismo, per esempio regolare i livelli di colesterolo e pulire l'intestino, rappresentando anche un rimedio anti-cancro.

Si usano spesso a colazione

Com’è noto, l’avena si assume spesso a colazione – a fiocchi nel latte e nello yogurt, sulle fette biscottate o nei biscotti – per una questione di apporto energetico, ma serve anche per equilibrare i livelli di colesterolo e di glicemia – perché stabilizza i livelli di zucchero nel sangue, garantendo una sensazione di sazietà senza l’aumento di glucosio -; serve per il metabolismo, per depurare l’organismo e per favorire la perdita di peso – questo è anzi il suo uso più ricorrente, in quanto contiene poche calorie, grassi e zuccheri: è ottima contro la fame ansiosa e riduce la voglia di dolci e caramelle -.

Avena

Continuiamo dicendo che l’avena riduce la pressione arteriosa elevata – pulendo le arterie -; migliora i problemi intestinali – agendo la flora batterica ed evitando la stitichezza- e aiuta chi soffre di gastrite; elimina le tossine e viene impiegata persino contro il cancro, soprattutto al colon, proprio perché impedisce che esse si accumulino nell’intestino.

Inoltre è utile agli sportivi come integratore e migliora la qualità del sonno, perciò è considerata un valido rimedio casalingo contro l’insonnia.

L’avena è il cereale più ricco di fibre, contiene moltissime proteine vegetali, vitamine, sali minerali e ben cinque degli otto amminoacidi essenziali. Perciò non andrebbe assunta solo a colazione, ma anche nel corso della giornata, prima dei pasti. Trattandosi di un cereale, non è certo facile aggiungerla agli alimenti o trovare alimenti che la contengano, ma si può assumere acqua d’avena.

Come preparare l’acqua d’avena

Acqua con l'avena

Prepararla è semplice e rapido: si versa in un pentolino una quantità di aveva e acqua per cinque volte, si fa bollire il tutto e poi si riposare per almeno otto ore. Si otterrà un composto che andrà frullato per fare l’aveva a pezzetti, poi si filtrerà con un telo di cotone o con un colino. Infine si metterà il preparato in una bottiglia di vetro e si lascerà riposare in frigorifero per almeno quattro giorni.

Così l’acqua d’avena si potrà bere più volte al giorno – come già detto prima dei pasti, perché dà una sensazione di sazietà -, ma è sempre consigliabile berla al mattino per le ragioni che abbiamo detto sopra.

Avvertenze

Una serie di benefici

Secondo alcuni studiosi, prima di sottoporsi ad un trattamento a base di acqua d’avena per disintossicare l’organismo, è bene sottoporsi ad un trattamento di depurazione generale del corpo per circa una settimana. Nel caso di utilizzo di acqua d’avena per una dieta, le si può aggiungere del cocco grattugiato, banane, fragole, cannella, chiodi di garofano, vaniglia e anche del cardamomo, tutti alimenti ricchi di fibre, e nel caso sia un integratore dagli sportivi, essi devono berla un’ora prima di cominciare gli allenamenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche