> > Allarme di Confesercenti: "470 euro in meno a famiglia in soli sei mesi"

Allarme di Confesercenti: "470 euro in meno a famiglia in soli sei mesi"

Confesercenti caro prezzi

L'autunno è appena iniziato e il bilancio della seconda parte del 2022 potrebbe non essere positivo. Il bilancio di Confesercenti è allarmante.

12,1 miliardi di potere d’acquisto bruciati e 470 euro in meno a famiglia che potrebbero essere persi in soli sei mesi.

Questa è la stima relativa alla seconda parte del 2022 che è stata fatta dall’ufficio economico di Confesercenti. L’ente in una nota pubblicata sul suo sito istituzionale ha fatto il punto su quali possono essere le conseguenze del caro prezzi e dell’inflazione che, in questo autunno, ha raggiunto livelli record.

Confesercenti, l’allarme su consumi e caro prezzi: “Inflazione a livelli massimi in autunno”

Confesercenti ha spiegato che l’impennata dell’inflazione è dovuta “agli aumenti record registrati dai prezzi dell’energia nel corso dell’estate”.

Di conseguenza tale aumento dei prezzi andrà a riversarsi sulle bollette che gli italiani riceveranno questo autunno. Si legge anche “il tasso di inflazione salirà nella media dei prossimi tre mesi ad almeno il 9,1%, oltre mezzo punto in più rispetto al già elevato dato del periodo estivo (+8,4%) e tre punti in più nel confronto con il periodo primaverile”.

“Fermare la corsa delle tariffe”

Infine l’ufficio economico di Confesercenti ha spiegato, nel concreto, cosa è necessario fare per frenare la crescita delle tariffe: “La priorità rimane porre un freno alla corsa delle tariffe energetiche, in modo da preservare il potere d’acquisto delle famiglie e contenere il boom dei costi fissi delle imprese, motore principale dell’aumento dei prezzi”. Ciò pone, in conclusione un ulteriore problema in vista delle prossime festività vale a dire le attività della distribuzione commerciale, che si attendono di vivere il Natale più freddo – dal punto di vista dei consumi – dal 2020, anno della pandemia”.