> > Alluvione nelle Marche, Carlo Ciccioli (FdI): "Vittime nel posto sbagliato al...

Alluvione nelle Marche, Carlo Ciccioli (FdI): "Vittime nel posto sbagliato al momento sbagliato"

Carlo Ciccioli

Cosa ha detto il consigliere regionale nella riunione straordinaria per fare il punto: "Vittime nel posto sbagliato al momento sbagliato"

Alluvione nelle Marche, spunta la tesi Carlo Ciccioli (FdI) sulla tragedia: “Vittime nel posto sbagliato al momento sbagliato”.

Il capogruppo regionale del partito di Giorgia Meloni ricostruisce la tragedia “a modo suo” e scatena la polemica, salvo poi chiedere scusa poche ore dopo. Ma cosa aveva detto Ciccioli? Per lui le  vittime dell’alluvione del 15 settembre si trovavano “nel posto sbagliato al momento sbagliato”. L’esponente di FdI è intervenuto in aula durante la riunione convocata per fare il punto sull’alluvione

“Vittime nel posto ed al momento sbagliato”

E ha detto: “Ho ricostruito le vicende delle vittime. A Casine di Ostra è deceduto un anziano 80enne. I familiari, che abitano al piano di sopra, erano andati a chiamarlo, ma lui aveva risposto che sarebbe rimasto a casa sua e così non è salito”. Poi: “Dopo un po’ l’acqua ha esondato in maniera drammatica e l’uomo ha perso la vita. Anche per quanto riguarda la mamma farmacista che purtroppo ha perso il bambino: la donna era uscita insieme a una collega, ma poi per motivi diversi si sono divise.

Una si è fermata a fare una commissione mentre l’altra si è trovata al momento sbagliato nel posto sbagliato: una cosa terribile, ma è come quando uno passa nel luogo dell’esplosione“. 

Le scuse: “Non volevo offendere nessuno”

Poi Ciccioli ha proseguito nella sua disamina citando gli avvenimenti di Barbara e andando a chiosa: “È giusta la prevenzione e l’allarme, anticiparlo è molto complicato soprattutto in case coloniche, ma ancora più importante è la prevenzione globale per far sì che le case non siano costruite sul letto del fiume”.

La bagarre innescata da quelle parole era stata immensa e proprio in queste ore sono arrivate le scuse di Ciccioli via social: “Nessuno può minimamente pensare che abbia voluto anche solo lontanamente offendere le povere vittime. Chiedo scusa per le parole espresse questo pomeriggio in consiglio regionale. Non solo non volevo offendere nessuno, anzi il mio intento era di esprimere il massimo cordoglio alle vittime dell’alluvione avvenute in circostanze tragicamente fatali ed imprevedibili”.