×

Andrea Gibelli (FNM) presenta il nuovo servizio di car sharing elettrico E-VAI

Andrea Gibelli ha partecipato alla conferenza stampa di presentazione di E-VAI, il servizio di car sharing sostenibile gestito dalla società del Gruppo FNM

evai car 768x513

Il presidente di FNM Andrea Gibelli ha partecipato alla conferenza stampa di presentazione del car sharing sostenibile di E-VAI svoltasi a Milano. E-VAI, società controllata al 100% da FNM, offre un servizio di mobilità condivisa, a basso impatto ambientale, con una flotta completamente elettrica e una capillare rete di postazioni dedicate nella città di Milano. Il servizio E-VAI è inoltre collegato con i più importanti centri della Lombardia. Alla conferenza stampa, oltre al Presidente di FNM, erano presenti l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi, l’assessore alla mobilità del Comune di Milano Arianna Censi e l’amministratore delegato di E-VAI Giovanni Martino.

Andrea Gibelli: “E-VAI, il car sharing fuori dal comune”

La società controllata dal Gruppo FNM, E-VAI, si è aggiudicata il bando del Comune di Milano per realizzare il servizio di car sharing station based, ribattezzato “il car sharing fuori dal comune”, fino alla fine del 2023. Questo modello prevede che le automobili elettriche siano prelevate e riconsegnate presso stalli prestabiliti, chiamati E-VAI Point, situati in luoghi strategici della città, come stazioni ferroviarie, università, ospedali e metropolitane, con una copertura capillare di tutti i quartieri. Sono 112 gli E-VAI Point presenti in Lombardia (consultabili nella mappa al seguente link).

La società del Gruppo FNM spiega come il fruitore del servizio E-VAI possa riconsegnare l’auto presso lo stallo dove è iniziato il noleggio o raggiungere gli E-VAI Point collocati presso le stazioni ferroviarie di Milano Cadorna, Milano Centrale, Milano Garibaldi e Milano Garibaldi e gli aeroporti di Milano Linate, Milano Malpensa e Orio al Serio. Per usufruire del servizio, i cittadini, dopo essersi registrati attraverso il sito www.e-vai.com o l’app mobile, possono richiedere l’auto prenotando tramite la stessa app, il sito web o il numero verde 800.77.44.55.

Il costo del servizio parte da una tariffa di 0,12 € al minuto con un noleggio minimo di due ore. La tariffa giornaliera è di 29,00 € al giorno + 0,19 € al chilometro (i primi 30 chilometri sono inclusi). Le tariffe sono inclusive dei costi dell’energia elettrica. Fino al 31 maggio è valida la promozione che elimina il costo di iscrizione di 19,90 € e include 3 ore di noleggio gratuito. Le auto di E-VAI hanno un’autonomia media che raggiunge i 300 chilometri e possono viaggiare in tutti i paesi dell’Unione europea e in Svizzera.

Andrea Gibelli: “E-VAI dà la possibilità di costruire un viaggio personalizzato”

Il car sharing della società controllata da FNM è un servizio a basso impatto ambientale grazie alla sua flotta di automobili completamente elettriche, senza emissione di CO2. In virtù di questa caratteristica, le vetture possono circolare liberamente all’interno dell’area C e possono essere parcheggiate gratuitamente sia sulle strisce blu sia sulle strisce gialle grazie a un accordo con il Comune di Milano.

E-VAI offre, quindi, un servizio particolarmente flessibile per rispondere alle esigenze delle persone. Se si ha la necessità di prenotare con anticipo, anche di giorni, una vettura per un proprio impegno, è possibile chiamare il call center e garantirsi l’auto nel giorno e nella postazione desiderata. È inoltre possibile utilizzare un’auto parcheggiata in uno stallo senza averla prenotata in anticipo, verificandone l’effettiva disponibilità con gli operatori E-VAI del numero verde, attivo 24h/24h.

Andrea Gibelli: “Spostarsi nel modo più sostenibile possibile”

Andrea Gibelli ha così commentato il car sharing di E-VAI nel corso della conferenza stampa di presentazione: “Il servizio di car sharing offerto dal Gruppo FNM dà al cittadino la possibilità di costruire in anticipo un viaggio personalizzato, che tenga conto delle proprie esigenze e dell’offerta di intermodalità, per spostarsi liberamente su tutto il territorio urbano ma anche al di fuori, nel modo più sostenibile possibile. La mobilità diventa così un fattore decisivo per offrire alle persone la possibilità di organizzare la propria vita in maniera libera e flessibile”.

Il Presidente FNM Andrea Gibelli ha anche spiegato come il progetto E-VAI sia stato ideato per offrire un servizio di car sharing all’utenza privata, ai comuni e alle imprese. Delle tre categorie appena citate, i comuni si sono rivelati quelli che hanno mostrato maggiore interesse verso un servizio innovativo che asseconda le esigenze delle amministrazioni locali sempre più legate a fattori quali la spending review, lo smart working ma anche il rinnovo della flotta delle autovetture comunali.

Oltre al Presidente di FNM, era presente alla conferenza anche l’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi: “Accogliamo positivamente il progetto di car sharing promosso dal Gruppo FNM, che si inserisce in un più ampio obiettivo: creare le condizioni affinché i cittadini possano, sempre di più, scegliere per i propri spostamenti mezzi improntati alla sostenibilità. Oggi viene presentato un servizio di mobilità condivisa, che viaggia su mezzi elettrici, a basso impatto ambientale. Iniziativa degna di lode che, siamo sicuri, avrà riscontri positivi sul territorio”.

Che cos’è E-VAI?

Controllata al 100% da FNM, E-VAI gestisce i servizi di mobilità sostenibile del Gruppo. Nel 2011 ha lanciato il primo servizio di car sharing elettrico con diffusione a livello regionale e integrato con il trasporto ferroviario. La flotta E-VAI è composta da automobili omologate per il trasporto di 4/5 persone, con veicoli di ultima generazione a basso impatto ambientale, di cui la quasi totalità elettrica. Grazie a oltre 300 E-VAI point, il servizio è presente nei luoghi strategici (aeroporti, stazioni, piazze, ospedali, università) di 99 località lombarde. E-VAI offre servizi non solo per i cittadini, ma anche per aziende, private e pubbliche, quale strumento di miglioramento e diminuzione dei costi della mobilità aziendale.

Contents.media
Ultima ora