> > "Banche del caldo", in Inghilterra nascono rifugi per chi non può accendere ...

"Banche del caldo", in Inghilterra nascono rifugi per chi non può accendere il riscaldamento

Inverno

Il Regno Unito non si fa trovare impreparato dal freddo e dal caro bollette. Nascono le "Banche del caldo". Ecco dove ci saranno le prime.

Per combattere il caro bollette e l’emergenza climatica, in Inghilterra nascono le “banche del caldo”.

L’iniziativa è partita di Organizzazioni non governative (Ong) e sta trovando l’appoggio di molti enti e comuni della Nazione insulare oltremanica.

“Banche del caldo”, in Inghilterra nascono rifugi per chi non può accendere il riscaldamento

L’obiettivo è quello di offrire un posto al caldo a coloro che, durante il lungo inverno inglese, non possono permettersi le eccessive spese di gas ed elettricità. I rifugi sono aperti a tutti e sono aperti tutti i giorni.

Chi ha avuto quest’idea ha pensato anche e soprattutto ai più piccoli, attrezzando le “banche del caldo” con dei tavoli in legno e del materiale per garantire un posto tranquillo in cui studiare.

Dove stanno aprendo questi rifugi

Oltre a Londra, anche altre città come Davenport, Birmingham, Dundee, Bristol e Sheffield, o Glasgow e Aberdeen, in Scozia, hanno aderito all’iniziativa e, oltre ai rifiugi offerti da Fondazioni, Onlus ed Ong, hanno messo messo a disposizione stutture comunali o private.

Tra i pricipali luoghi dove trovare un riparo caldo vi sono: chiese, musei, teatri e gallerie d’arte.