×

Benno Neumair, la sorella Madè: “Ho paura che torni”

Benno Neumair, la sorella Madè teme che possa tornare per farle del male. Il giovane ha ucciso i genitori il 4 gennaio 2021, a Bolzano.

Caso Neumair, le parole della sorella di Benno

Benno Neumair, la sorella Madè: “Quando torno a Bolzano da Monaco, passo davanti a via Castel Roncolo. A volte faccio anche due giri dell’isolato per avere più tempo per guardare quel balcone dove non esiste più nulla, dove tutto si è fermato al 4 gennaio”.

Benno Neumair, la sorella teme per la sua incolumità

Il 4 gennaio 2021, Benno Neumair uccide entrambi i genitori, Laura Perselli e Peter Neumair, poi getta i loro corpi nel fiume Adige. “Quando ho ucciso i miei genitori ero fuori dalla realtà, ha detto il giovane, che per giorni ha negato ogni responsabilità sull’accaduto.

“Finché non è davanti a casa mia, mi sento più tranquilla. Lo vorrei il più lontano possibile da me”, ha detto la sorella Madè, “Ho detto tante cose che sicuramente non gli sono piaciute”.

Caso Benno Neumair, la sorella torna in aula

“Quando passo davanti a casa, lo faccio piangendo, perché non riesco ancora a capire che tutto quello che esisteva è finito. Dopo Natale saluti i tuoi genitori, saluti tuo fratello e da un giorno all’altro smette di esistere quello che era il tuo mondo, la tua vita”, ha dichiarato Madè Naumair. Ora è tornata in aula per rispondere alle domande dei suoi legali e di quelli della difesa. 

Benno Neumair, la sorella: “Avevo supplicato mamma di non andare a prenderlo in macchina”

Madè ha raccontato del cambiamento di Benno dopo la rottura con la prima fidanzata e in seguito all’inizio dell’assunzione di anabolizzanti, dell’abbandono degli studi e del trasferimento in Germania. In seguito, il giovane è tornato a Bolzato dopo il trattamento sanitario obbligatorio (Tso). “Al telefono, avevo supplicato la mamma di non andare a prenderlo in macchina. In autostrada, è un attimo mettere una mano sul volante e andarsi a schiantare tutti”, ha detto la sorella.

Contents.media
Ultima ora