Benzina, il prezzo supera i 2 euro al litro
Benzina, il prezzo supera i 2 euro al litro
Economia

Benzina, il prezzo supera i 2 euro al litro

Distributore di benzina

Da qualche tempo si registra un aumento del costo della benzina che va oltre i 2 euro al litro. Non accadeva dal 2012. L’esempio dell’Alto Adige.

Il prezzo dei carburanti continua a salire. L’associazione dei consumatori Codacons segnala che attualmente quello della benzina supera i 2 euro al litro in alcune stazioni del Nord Italia e non solo. Non si verificava dal 2012. In Alto Adige si dice che questo sia l’effetto della concorrenza sleale da parte dell’Austria. Per rimediare, il Codacons propone d’intervenire sulle accise, provvedimento promesso dal governo mai attuato.

Un commento sulla questione

Sull’aumento del prezzo della benzina è intervenuto Haimo Staffler, presidente dell’Associazione liberi distributori dell’Alto Adige, che ha puntato il dito proprio contro quelli austriaci. Sull’autostrada del Brennero, presso la stazione di servizio Nogarole Rocca, di recente il costo raggiunto dal carburante è stato di 2,08 euro, mentre quello del Diesel di 1,96.

Secondo Staffler si tratta di un “circolo vizioso e assurdo”, in cui i nostri “vicini di casa” starebbero cercando di sbaragliare del tutto la concorrenza in materia di carburanti, costringendo i distributori situati al Sud del Brennero a incrementare i prezzi, in modo da far perdere loro i clienti.

Invece arriverebbero tir da mezza Europa per fare il pieno in Austria, perché i conducenti sanno che lì possono risparmiare. Quindi, ha sottolineato Staffler, è un controsenso che poi quest’ultima si lamenti dell’aumento del traffico sul Brennero.

Alto Adige

La rimostranza del Codacons

Carlo Rienzi, presidente dell’associazione dei consumatori, sottolinea che i rincari non si verificano soltanto in Alto Adige o in Nord Italia, ma in tutta la penisola. L’Italia ha raggiunto addirittura il secondo posto in Europa, dopo la Svezia, per il prezzo del gasolio. Ciò si ripercuote pesantemente sulle famiglie, facendo aumentare i prezzi al dettaglio in tutti gli altri settori. Lo dimostra un’indagine Istat sull’inflazione.

Aumento prezzi benzina

La richiesta al governo

C’è ancora attesa per un intervento governativo richiesto sulle accise sui carburanti. Carlo Rienzi fa appello in particolare ai vicepresidenti del Consiglio Matteo Salvini e Luigi di Maio, rispettivamente neo ministro degli Interni e del Lavoro, perché intervengano con urgenza contro i rincari e le speculazioni in materia, che danneggiano tutta l’economia nazionale.

Eliminando il problema delle tasse, l’Italia scenderebbe dal secondo al diciassettesimo posto per quanto riguarda il caro – gasolio.

La situazione preoccupa anche Maurizio Micheli, presidente della Federazione Italiana Gestori Impianti Stradali Carburanti (FIGISC) Confcommercio nell’Osservatorio Prezzi e tariffe voluto dal ministero dello Sviluppo Economico (MSE). Micheli avverte che nei prossimi giorni i costi della benzina potrebbero aumentare ulteriormente da 0,5 al 0,7 centesimi al litro. A meno di drastiche variazioni delle quotazioni internazionali alla chiusura dei mercati o del tasso di cambio euro/dollaro, ha aggiunto il capo dell’ente.

Benzina

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche