> > Brescia, muore giovane cuoco e gli amici aprono raccolta fondi

Brescia, muore giovane cuoco e gli amici aprono raccolta fondi

Marco Delaini

Brescia, muore giovane cuoco e gli amici aprono raccolta fondi mentre sorge il problema del dolore "a caro prezzo" per i suoceri che sono in Sardegna

A Brescia muore un giovane cuoco e gli amici aprono raccolta fondi.

Come spiegano i media della Lombardia il 48enne Marco Delaini stava approntando la sala del suo ristorante quando è crollato a terra ed è spirato. La vittima aveva un locale, la Trattoria a Fornico di Gargnano, e la sua morte ha straziato la moglie Giada con cui Marco aveva due figli Lorenzo e Isac. Clienti e gli amici del ristoratore sono addoloratissimi per la scomparsa di un uomo descritto come oggettivamente buono e perciò in suo ricordo è stata aperta una raccolta fondi sulla piattaforma GoFundMe.

Brescia, muore giovane e stimato cuoco

Finora l’obiettivo della raccolta è quello di raggiungere i 3mila euro che serviranno a finanziare il progetto di “riqualificazione del teatro dedicato a Don Fausto, parroco della sua e della nostra infanzia“. Perché? Perché in questo modo, scrivono gli amici, “rimarrà ancora più vivo il suo ricordo nel luogo che lui amava”. E la morte di Marco ha evidenziatto un problema fatto notare dal 75enne Italo Marrocu, suocero di Marco, che vive a Ortacesus, in Sardegna

Il dolore “negato” ai suoceri di Marco

I collegamenti aerei tra la Sardegna e la penisola e i loro costi: “l’unico volo da Elmas a Milano costa 800 euro in due, biglietto di sola andata per me e mia moglie, un prezzo improponibile”. Maroccu, pensionato minimo, ha fato sapere che partirà solo quando il volo costerà 170 euro: “E, a quel punto, Marco sarà già dentro la bara chiusa, non potrò dare un ultimo abbraccio a un ragazzo che, per me, è stato come un figlio”.