> > Brutta avventura per due escursioniste soccorse sul monte Avvocata

Brutta avventura per due escursioniste soccorse sul monte Avvocata

Il team del CNSAS intervenuto

Il soccorso alpino e speleologico della Campania ha messo lieto fine alla brutta avventura per due escursioniste soccorse sul monte Avvocata

Brutta avventura per due escursioniste soccorse sul monte Avvocata in provincia di Salerno.

Avevano raggiunto un santuario mariano ma non trovavano più la via del ritorno. Per quel motivo è dovuto  entrare in azione il soccorso alpino e speleologico della Campania. Un team CNSAS è intervenuto a soccorrere due escursioniste sul monte Avvocata che avevano lanciato l’allarme attraverso GeoresQ, “un servizio gestito dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) e promosso dal Club Alpino Italiano (CAI)”. 

Escursioniste soccorse sul monte Avvocata

Si tratta di una sorta di app di “geolocalizzazione ed inoltro delle richieste di soccorso dedicato a tutti i frequentatori della montagna ed agli amanti degli sport all’aria aperta”.

Ad ogni modo le due donne avevano raggiunto il santuario, ma non riuscivano a trovare il sentiero del ritorno. Quello strumento si è rivelato fondamentale anche nel caso di spcie, velocizzando richiesta ed intervento sul posto.

Parte la squadra CNSAS e risolve

A quel punto il soccorso alpino e speleologico della Campania ha deciso di inviare immediatamente una squadra di tecnici. Gli operatori hanno raggiunto le due donne che nel frattempo avevano intrapreso la via del ritorno e che sono state riaccompagnate a valle in sicurezza ed in buona salute.