×

Carlo Freccero: “Green pass? Nazismo e campi di concentramento”

Carlo Freccero senza freni a Piazzapulita. L'ex direttore di Rai 3 si è scagliato ancora una volta contro il Green Pass.

Carlo Freccero

Carlo Freccero senza freni a Piazzapulita. L’ex direttore di Rai 3 si è scagliato ancora una volta contro il Green Pass.

Carlo Freccero: “Green pass? Nazismo e campi di concentramento”

Nella puntata di giovedì 28 ottobre di Piazzapulita, Carlo Freccero, ospite in collegamento, si è scagliato contro il Green pass.

Nello studio de La7, Corrado Formigli ha parlato di tutte le polemiche associate al certificato verde. Freccero si è sempre schierato contro questa decisione del Governo e non si è mai tirato indietro nell’esprimere apertamente e pubblicamente il suo pensiero. Quando Formigli gli ha chiesto se condivide le posizioni di coloro che parlano di “nazismo e campi di concentramento”, l’ex direttore di Rai 3 ha risposto in modo molto sicuro.

Si, totalmente” ha dichiarato.

Carlo Freccero: “Attraverso il Green pass si sta affermando un sistema autoritario”

So che per voi è assurdo, ma purtroppo invece c’è qualcosa che si agita di molto importante. Andrea Crisanti sorride? Il dibattito è internazionale, non si svolge solo a Trieste ma in tutto il mondo. Che vuol dire? Vuol dire che attraverso il Green Pass si sta affermando un sistema autoritario che non ha precedenti in nessun altro sistema.

È molto semplice questa cosa: le élite hanno capito che il sistema cinese, comunismo più capitalismo, è quello che riesce a far crescere il paese in termini spaventevoli. Anche noi in qualche modo vogliamo creare un sistema cinese” ha dichiarato Carlo Freccero.

Carlo Freccero: “Se volete banalizzare, banalizzate”

Quindi Draghi vuole la Cina in Italia?” ha chiesto Formigli. “Eh ma allora, se volete banalizzare, banalizzate…” ha dichiarato Carlo Freccero, visibilmente alterato. “Voi non sapete neanche che il Green pass appartiene al ministero delle Finanze, significa che serve ad altro, serve a controllare.

Si parla già, a marzo, di stabilire attraverso il Green pass se si pagano le tasse oppure no” ha aggiunto l’ex direttore di Rai 3.

Contents.media
Ultima ora