> > Casavatore, tre arresti per la rapina in pizzeria con il fucile in faccia al ...

Casavatore, tre arresti per la rapina in pizzeria con il fucile in faccia al bambino

La terrificante scena della rapina a Casavatore

Casavatore, tre arresti per la rapina in pizzeria con il fucile in faccia al bambino: il 9 ottobre le terribili scene di una violenza assoluta

A Casavatore, in provincia di Napoli, sono scattati tre arresti per la rapina in pizzeria con il fucile in faccia al bambino: li hanno messi a segno i Carabinieri di Casoria che hanno individuato i tre autori del colpo che indignò l’intera nazione. Per quel colpo le cui immagini avevano fatto il giro del mondo sono stati arrestati dai militari dopo indagini certosine i 20enni Marco Giardino (incensurato) e Salvatore Di Matteo, e il 32enne Antonio Silvestro.

Tre arresti per la rapina in una pizzeria del Napoletano con le armi in faccia ai bambini

Per tutti e tre la presunzione di reato per rapina a mano armata è sotto “cappello” giuridico dell’associazione a delinquere semplice, visto che a loro carico presuntivo ci sarebbero anche altri colpi attribuiti dalle indagini dei militari. Ma fu quello di Casavatore nella pizzeria “Un posto al sole” a fare scalpore.

Armi da guerra puntate verso bambini inermi: tre arresti per la rapina in pizzeria

Questo perché il 9 ottobre il terzetto fece irruzione nel locale imbracciando un AKM 80 Kalashnikov e un fucile e li puntò verso i clienti seduti ai tavoli accanto ai loro bambini. Furono momenti terribili.

Il blitz agghiacciante, le indagini e poi i tre arresti per la rapina in pizzeria

La scena agghiacciante di quelle armi mortali puntate in faccia ad un papà che teneva in braccio due bambini e contro un cliente che aveva anch’egli il figlio accanto avevano fatto inorridire tutta Italia.

I rapinatori presero l’incasso e minacciarono i presenti per farsi consegnare contanti, orologi e gioielli.