×

Certificazioni inglese: quali sono le più importanti?

Le certificazioni di inglese erano vezzo sino a trent’anni fa. Oggi, invece, sono una stringente necessità, soprattutto in ambito lavorativo.

certificazioni inglese

Nella società moderna, globale e sempre connessa alla grande rete telematica, un elemento, più di qualunque altro, è diventato di estrema e fondamentale importanza: comunicare. Una necessità che tocca qualsiasi ambito della nostra quotidianità, sia per quanto concerne l’ambito professionale che quello personale, dove “saper comunicare” consente di poter ampliare il proprio raggio di conoscenze.

Ed in un mondo diventato sempre più interconnesso, dove basta un semplice click per poter effettuare una videochiamata con una persona distante migliaia di chilometri, è indispensabile saper parlare fluentemente la lingua inglese. Un vezzo sino a trent’anni fa. Una stringente necessità, invece, nel mondo contemporaneo, soprattutto in ambito lavorativo.

Le certificazioni più importanti per lavorare e studiare nei paesi anglosassoni

È del tutto evidente come l’inglese possa aprire le porte ad esperienze professionali più soddisfacenti e stimolanti, che vengono ricompensate con maggiori entrate dal punto di vista economico. Per imparare, migliorare o affinare la conoscenza della lingua d’Oltremanica, il metodo migliore è quello di iscriversi ad un corso di inglese a Roma o in un’altra città dov’è presente un istituto serio ed accreditato all’insegnamento dell’idioma più parlato al mondo.

È inutile negare, infatti, come molti datori di lavoro vedano maggiormente di buon occhio una candidatura che presenti una certificazione delle conoscenze acquisite. Ma quali sono quelle più importanti? Molto, ad onor del vero, dipende anche dalle esigenze di ogni singolo soggetto. Basti pensare, ad esempio, se la certificazione si rende necessaria per intraprendere una professione in un paese madrelingua.

In questo caso, la certificazione più importante è IELTS, acronimo di International English Language Testing System. La IELTS maggiormente richiesta è la cosiddetta “Academic”, seguita dallo IELTS General Training e dal IELTS Life Skills, Questa attestazione è particolarmente utile non solo in ambito lavorativo: anche chi vuol proseguire il proprio percorso di studi in un paese madrelingua anglosassone, infatti, può trarre grande giovamento.

Nel mondo accademico, tuttavia, la certificazione ritenuta maggiormente prestigiosa è la TOEFL (Test of English as a foreign Language), appositamente create per comprendere quali siano le reali competenze, sia in forma orale che scritta, degli studenti non madrelingua inglese. Essa viene richiesta frequentemente per iscriversi alle università australiane, neozelandesi e, soprattutto, statunitensi.

Cambridge: la certificazione più prestigiosa ed importante

Se ci si reca nella terra d’Albione, le Trinity rappresentano un vero ed autentico “valore aggiunto”. Esse, infatti, fanno direttamente riferimento all’Ofqual, l’autorità britannica preposta alla validazione degli enti certificatori, e sono autenticate anche dal nostro ministero dell’Istruzione. I certificati Trinity si sviluppano su ben dodici livelli di conoscenza, fornendo una misurazione progressiva di competenza linguistica che varia dal principiante al soggetto, invece, che ha un’ottima dimestichezza.

Per quanto riguarda il mercato lavorativo del nostro paese, un’attestazione richiesta non di rado è il TOEIC (Test of English for International Communication), che viene rilasciata al superamento di due differenti prove: la prima mira a comprendere le effettive capacità di esprimersi, sia in forma scritta che verbale, dell’alunno, mentre la seconda si pone lo scopo di testare le effettive competenze di comprensione orali.

Una certificazione alla quale tutti possono accedere, grazie anche alla particolare economicità, è l’EF SET (EF Standard Language Test). Questa attestazione è la prediletta dalle aziende quando devono “formare” i propri dipendenti e certificare le loro conoscenze. Un utile strumento per implementare le basi e riuscire ad esprimersi, correttamente, soprattutto nel proprio ambito lavorativo.

Ultima, ma non certo per importanza, la certificazione Cambridge. Di durata illimitata, è alquanto ostica da poter conseguire. I test, infatti, sono estremamente selettivi, devono essere superati con punteggi elevati e sono propedeutici a valutare le competenze per determinati livelli specifici: elementare (KET); intermedio (PET); intermedio avanzato (First Certificate); avanzato (CAE); padronanza (CPE); linguaskill (universale).

Contents.media
Ultima ora