> > Chi l'ha visto, Alessia viene travolta sul Gran Raccordo Anulare. L'appello d...

Chi l'ha visto, Alessia viene travolta sul Gran Raccordo Anulare. L'appello della mamma e della sorella

Alessia investita mamma appello

Aveva comprato dei regali a San Lorenzo, ma sul Gran Raccordo Anulare si consuma la tragedia. Si cercano testimoni sulla morte di Alessia.

Alessia si era recata a San Lorenzo con il suo migliore amico per comprare alcuni regali quando nella serata del 4 dicembre è stata travolta mentre si trovava sul Gran Raccordo Anulare all’altezza della corsia interna tra Aurelia e Boccea.

Non è chiaro per l’esattezza cosa possa essere successo. È per questo motivo che, nel corso della puntata di Chi l’ha visto, andata in onda mercoledì 7 dicembre, la madre e la sorella hanno  lanciato in diretta un appello: “Questo non è stato un incidente. Le hanno tolto la dignità di morire”, ha dichiarato quest’ultima. 

Alessia viene investita mentre si trova sul Gran Raccordo Anulare: l’appello della mamma 

La prima a parlare è stata l’amica di Alessia con la quale si era sentita mentre quest’ultima si trovava in macchina. Alessia attraverso un vocale aveva raccontato all’amica ciò che aveva fatto a San Lorenzo. Ad un certo punto succede qualcosa: alle 20.31 Alessia la chiama, ma l’amica non risponde. La richiamerà a sua volta tre minuti più tardi alle 20.34. La telefonata durerà 3-4 minuti, ma è in quei frangenti che succede il dramma: “Oddio, questo mi ha urtato.

Fermati ba****do, mi hai preso”, sono le parole della vittima riportate dall’amica. Quest’ultima le chiede: “Ale, ma che è successo?”. La vittima le risponde che l’avrebbe richiamata di lì a poco. Non risponderà più. 

La sorella: “Non è stato un incidente”

La sorella ha raccontato che Alessia ha avvertito di essere stata in pericolo.

L’incidente sarebbe stato volontario perché la vittima oltre ad aver parlato con l’amica, avrebbe anche chiamato il 112 per spiegare quanto era successo. La sorella ha proseguito nel suo racconto: “Sono andata diverse volte sul punto dell’incidente. Credo che se si cerca di fare mente locale, si riescono ad avere anche delle minuscole informazioni. Abbiamo bisogno di sapere cosa è accaduto nell’arco temporale dalle 20.48… alle 21 mia sorella era già deceduta”.