×

Cliente del supermercato non indossa la mascherina e tossisce in faccia ad una malata con cui litiga

Cliente del supermercato non indossa la mascherina e tossisce in faccia ad una malata con cui aveva litigato. Debra Hunter ha dato in escandescenze

Debra Hunter si sfoga contro i clienti che la riprendono

Cliente del supermercato non indossa la mascherina e tossisce in faccia ad una malata con cui aveva litigato, malata di cancro. L’increscioso fatto, fatto che è reato, è accaduto della città di Jacksonville in Florida. La donna, Debra Hunter, è stata condannata ad un mese di carcere e in più dovrà restare sei mesi in libertà vigilata e pagare una multa da 500 dollari.

E non è finita: contemporaneamente al solvimento del suo debito con la legge e la comunità del Susshine State dovrà anche seguire un corso per imparare a controllare la rabbia. Ne avrà bisogno, a contare non solo il suo gesto ma anche le reazioni scomposte di fronte ai clienti del market che stavano immortalando il suo comportamento.

Tossisce in faccia ad una malata di cancro: i fatti

Secondo il verbale della Polizia locale la Hunter si trovava in un supermercato di Jacksonville senza indossare la mascherina.

A quel punto un’altra donna intenta in quel momento a fare la spesa, Heather Sprague, le si è avvicinata invitandola a indossare la mascherina. Cosa che però non solo non ha sortito risultati, ma che ha anche fatto inalberare la Hunter, che ha iniziato a litigare con tutti all’interno del negozio. E che lo ha fatto con foga fin quando non si è rivolta verso l’altra cliente e le ha tossito addosso.

Un precedente simile si era avuto purtroppo anche da noi in Italia.Essendo malata la signora Sprague ha avuto momenti di grande ansia. Ansia rientrata dopo essersi sottoposta a un tampone che fortunatamente è risultato essere negativo.

Un rischio altissimo per la vittima

Tuttavia il rischio e l’assoluta indifferenza allo stesso della Hunter restavano tutti. Rischio molto serio, a contare che la signora è malata di cancro e che nel suo caso le complicazioni sarebbero potute risultare fatali. A risolvere il tutto ci hanno pensato la polizia e un giudice locale, con la condanna per la donna.

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Giampiero Casoni

Giampiero Casoni è nato a San Vittore del Lazio nel 1968. Dopo gli studi classici, ha intrapreso la carriera giornalistica con le alterne vicende tipiche della stampa locale e di un carattere che lui stesso definisce "refrattario alla lima". Responsabile della cronaca giudiziaria di quotidiani come Ciociaria Oggi e La Provincia e dei primi free press del territorio per oltre 15 anni, appassionato di storia e dei fenomeni malavitosi. Nei primi anni del nuovo millennio ha esordito anche come scrittore e ha iniziato a collaborare con agenzie di stampa e testate online a carattere nazionale, sempre come corrispondente di cronaca nera e giudiziaria.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora