Come usare gli antistaminici per trattare le allergie agli acari della polvere
Come usare antistaminici per trattare allergie agli acari
Benessere

Come usare antistaminici per trattare allergie agli acari

visita dottore

Gli antistaminici permettono di bloccare e attenuare i sintomi causati da allergie legate alla polvere. Vediamo come fare.

Gli acari sono microscopici organismi che vivono nelle particelle della polvere ed emettono materiale di scarto che può provocare alcuni sintomi come congestione nasale e toracica, respiro affannoso, lacrimazione degli occhi, starnuti e tosse. L’uso di comuni antistaminici può aiutare ad alleviare ed eliminare i sintomi delle allergie agli acari della polvere. Ecco alcuni consigli su come usare gli antistaminici per trattare le allergie agli acari della polvere.

Tipi di antistaminici

Gli antistaminici possono essere classificati in due generazioni. I primi possono causare rilassamento profondo e sonnolenza come la clorfenamina, l’idrossizina e la prometazina. Quelli di seconda generazione come la cetirizina e la loratadina costituiscono la scelta migliore perché permettono di trattare le stesse allergie senza provocare tali effetti. Entrambe le tipologie possono essere acquistate in diverse forme, tra cui compresse, capsule, liquidi, sciroppi, creme, gocce o spray nasali.

Chi può prenderli

La maggior parte delle persone può assumere antistaminici, ma è consigliabile consultare il medico soprattutto in situazioni particolari e delicate.

Bisogna fare attenzione se la persona interessata è in gravidanza, se si sta allattando, se si è alla ricerca di un antistaminico per un bambino e se si hanno malattie cardiache, del fegato, dei reni o si soffre di epilessia. Si consiglia di leggere prima le istruzioni sul loro uso se si stanno prendendo altri farmaci.

Come funzionano

Quando il sistema immunitario incontra una minaccia, come il polline o la polvere riconosce una situazione anomala e scatena una reazione allergica di differente gravità a seconda del paziente. L’antistaminico funziona nel momento in cui riesce a contrastare l’istamina grazie a diversi tipi di recettori situati sulla superficie delle cellule. Permette così di bloccare o attenuare i sintomi causati dalle reazioni allergiche.

Come prendere gli antistaminici

Innanzitutto bisogna essere a conoscenza del fatto che la maggior parte degli antistaminici possono essere acquistati direttamente in farmacia senza consultare il medico, invece per altri è necessaria la prescrizione medica.

Ricevere il parere di una persona esperta, come il medico o l’allergologo vi può aiutare a capire quale sia l’antistaminico adeguato per il trattamento delle allergie agli acari della polvere. Molte delle prescrizioni odierne di antistaminici, noti come antistaminici di seconda generazione, sono estremamente efficaci per ridurre o eliminare i sintomi delle allergie agli acari. Se si sceglie di prendere un antistaminico che non necessiti di ricetta medica, bisognerebbe consultare in ogni caso il proprio medico per valutare se il farmaco non entri in contrasto con qualche altro tipo di medicinale di cui si sta facendo uso.

Consigli e avvertimenti

Il primo consiglio è quello di scegliere l’antistaminico in base a quanto tempo allevierà i sintomi. Alcuni degli antistaminici più recenti come Zyrtec e Allegra, possono alleviare i sintomi fino a 24 ore. Gli antistaminici di durata più breve possono risultare efficaci quando si utilizzano metodi naturali per trattare i sintomi dell’allergia.

Si possono ricercare antistaminici di prima generazione, come il Benadryl e il Chlor-Trimetron, per trattare le allergie agli acari della polvere. Questi antistaminici di solito sono disponibili senza la necessità di ricetta medica e possono alleviare sintomi quale congestione toracica, starnuti, respiro affannoso e lacrimazione oculare. Ricordate che la maggior parte degli antistaminici di prima generazione causa sonnolenza e possono essere inadeguati per l’uso diurno.

Si consiglia quindi di valutare quando prendere l’antistaminico per evitare sonnolenza e scarsa concentrazione durante il giorno. Per questo motivo molti affermano che l’antistaminico risulta più efficace per l’suo notturno, quando i sintomi dell’allergia diventano più fastidiosi.

Un ultimo consiglio è quello di considerare sempre il parere di un dottore e di un allergologo. Con una persona esperta si potrebbe discutere anche dei modi e della quantità necessaria dell’antistaminico per trattare l’allergia.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Benessere

Dove e come fare test Hiv

26 novembre 2018 di Redazione
Molte sono le persone infette, ma poche sanno di esserlo. Fare il test Hiv è una scelta volontaria e rispettosa per voi stessi e per gli altri.
Benessere

Allergie all’etanolo

19 ottobre 2018 di Redazione
Le allergie all’etanolo sono indicative di un’intolleranza all’alcol. La causa di solito è genetica.
Diadora Cyclette Lilly Rigenerata
79.95 €
173 € -54 %
Compra ora
Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora