×

Comportamenti dei gatti tigrati arancioni

I gatti Soriani tigrati possono presentare diverse sfumature di colore, dal rosso al giallo oro con un motivo a strisce lungo tutto il manto. Questi gatti possono appartenere a diverse razze, sia a pelo lungo sia a pelo medio-corto. In base al grado di socializzazione sperimentata dal gatto, in base all’età e alla sua razza, il micio può comportarsi amichevolmente, in modo chiassoso o riservato.

Identificazione

Conosciuto anche come gatto marmellata o ginger, il Soriano tigrato non appartiene propriamente ad una razza; piuttosto mostra una trama di colori che è comune a molte razze. Un Soriano di qualsiasi tipo, compreso il tigrato arancione, ha strisce sul manto, linee sul muso e attorno agli occhi, una sorta di motivo ad “M” sulla fronte.

Le strisce in sé appaiono in sfumature uno o due punti più scuri del colore prevalente del manto. Un Soriano grigio presenta linee sottili sui fianchi, un Soriano classico ha motivi a spirale, un Soriano a macchie presenta dei punti lungo i fianchi, un Abissino ha un colore decisamente più uniforme lungo il pelo e dei segni sul muso.

Genere

Anche se i tigrati arancioni sono prevalentemente di genere maschile, gli esemplari femmina esistono in una proporzione del 20% rispetto alla popolazione maschile, secondo Arnold Plotnick. Dato che la maggiorparte sono maschi, i comportamenti di questi gatti sono tipici dei gatti maschi. Un tigrato non sterilizzato mostrerà aggressività legata al territorio in presenza di altri gatti, apparirà distante e cercherà di scappare per girovagare nei paraggi in cerca di una compagna.

Una volta sterilizzato questi comportamenti di solito spariscono, rendendolo più affettuoso e meno aggressivo. La sterilizzazione elimina anche la tendenza ad urinare per marcare il territorio, e questo vale sia per gli esemplari maschi sia per quelli femmine.

Razza

La razza di appartenenza di un tigrato può influire sul suo comportamento, dato che che certe razze condividono tratti simili nella personalità, secondo l’associazione Cat Fancier. Un tigrato a pelo lungo, come il Persiano mostrerà un carattere docile e dolce; condurrà una vita più sedentaria rispetto a quella di un’altra razza. Il Maine Coon, altra razza a pelo lungo, ha una natura molto intelligente e socievole perciò andrà molto d’accordo con altri animali. Il gatto Ocicat ha una struttura fisica atletica, gli piace giocare e interagire con le persone; ama saltare ed esibire comportamenti quasi da cane in termini di addestramento e personalità, mostrando assoluta devozione al padrone. L’Americano a pelo corto, una razza che conta molti esemplari di tigrato, inclusi i tigrati arancioni, va d’accordissimo coi bambini e con gli altri animali. Questa razza ama molto la compagnia del padrone ed ha una natura estremamente gentile e amichevole.

Socializzazione

Anche se alcuni ritengono di avere prove empiriche di comportamenti specificatamente appartenenti ai tigrati, l’elemento principe che influenza il loro modo di agire è la socializzazione precoce. Secondo la Società Americana per la prevenzione di abusi sugli animali (ASPCA), il periodo più importante per lo sviluppo di un micio è tra le 4 e le 12 settimane di vita. Un gattino di quest’età che spazia tra una gran quantità di persone che lo tengono e lo gestiscono per un periodo di tempo lungo, si comporta poi in modo amichevole e socievole nel resto della vita. Anche una corretta alimentazione, in questo stadio precoce, contribuisce ad una propensione più positiva dell’animale verso gli altri.

Leggi anche