×

Covid in Cina, 124 contagi: la città di Pechino ferma i grandi eventi

La situazione Covid in Cina sta diventando sempre più allarmante. Nella giornata di giovedì 5 agosto sono stati registrati 124 nuovi contagi.

Covid Cina

La situazione Covid in Cina sta diventando sempre più allarmante. Nella giornata di giovedì 5 agosto sono stati registrati 124 nuovi contagi e la città di Pechino ha deciso di cancellare tutti i grandi eventi previsti. 

Covid in Cina: 124 nuovi contagi

Nelle ultime settimane la situazione Covid in Cina è decisamente precipitata. L’allarme continua ad aumentare a causa dei vari focolai e del continuo aumento di contagi in diverse zone del Paese. Nella giornata di giovedì 5 agosto sono stati registrati altri 124 nuovi contagi da Covid-19. 80 di questi sono dovuti alla trasmissione domestica, mentre 44 casi sono stati importati. Secondo gli aggiornamenti della Commissione sanitaria nazionale, il Jiangsu si conferma la provincia più colpita.

Sono stati registrati, infatti, 61 casi trasmessi localmente. 

Covid in Cina: Pechino cancella gli eventi

Per ridurre la diffusione del virus e i rischi di infezione della popolazione, la città di Pechino e le sue autorità locali hanno deciso di cancellare tutti i grandi eventi e le mostre su larga scala che erano state programmate per il mese di agosto. Durante il mese, per esempio, erano previsti il Beijing International Film Festival 2021 e la World 5G Convention.

Entrambi gl ieventi sono stati momentaneamente rinviati, secondo quanto comunicato dagli organizzatori. Una situazione davvero molto delicata quella della Cina, che da moltissimi mesi non registrava un numero di contagi così alto. 

Covid in Cina: test di massa e restrizioni

Le province del Jiangsu e dello Hunan sono quelle in cui si sono concentrati i maggiori focolai e sono aumentati anche i casi a Pechino. Molti contagi sono stati collegati ai lavoratori aeroportuali, che sono stati infettati dopo aver pulito gli arei provenienti da destinazioni internazionali.

Le autorità hanno emanato restrizioni ai viaggi e ordinato test di massa per intere città, insiemea misure di blocco che riguardano decine di milioni di cittadini. Il vicepremier Sun Chunlan ha spiegato che l’epidemia nel Paese non è ancora sotto controllo e ha esortato le autorità locali ad “agire con decisione” su tutti i nuovi contagi. “Non possiamo abbassare la guardia neppure per un secondo” ha spiegato, aggiungendo che è importante mantenere sotto controllo gli aeroporti, i porti e le vie di terra. Ha aggiunto che i funzionari di vertice devono essere tenuti responsabili dei fallimenti. 

Contents.media
Ultima ora