×

Covid, no vax muore dopo aver contratto il virus: aveva 31 anni

Il Covid ha stroncato all’età di 31 anni un uomo no vax. La vicenda è accaduta in un paese della provincia di Salerno: la storia di Amerigo.

No vax muore a 31 anni

Un ragazzo di 31 anni, Amerigo Esposito, è morto a causa del Covid-19. L’uomo di San Valentino Torio, paese in provincia di Salerno, lascia una moglie e il figlio piccolo Gaetano. Il ragazzo, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, sarebbe un no vax.

Il paese è ovviamente sconvolto dopo quanto accaduto al 31enne.

No vax muore di Covid-19, cosa è accaduto

Il 31enne sarebbe stato un no vax, quindi contrario al vaccino contro il Covid-19, nonostante fosse a rischio anche per l’obesità. Di recente era stato ricoverato a causa della positività, ma purtroppo non è riuscito a sconfiggere la battaglia contro il Coronavirus. Si trovava nel reparto Covid realizzato all’interno dell’ospedale Mauro Scarlato di Scafati.

Amerigo lavorava come titolare di due concessionarie d’auto nella zona.

No vax muore di Covid-19, la vicenda

Dopo la notizia sulla morte del 31enne i social network sono stati invasi da messaggi di parenti, amici e conoscenti che hanno voluto salutarlo con una dedica. Si tratta purtroppo dell’ennesima persona morta a causa del virus che, in aggiunta, non si sarebbe voluto vaccinare contro il Covid-19.

No vax muore di Covid-19, altri casi

Anche il mondo dello spettacolo piange per la morte di un 40enne che è deceduto a causa del Covid-19. Addio a Marcus Birks, cantante del duo The Charmeleonz, gruppo molto noto in Gran Bretagna: l’uomo, 40 anni, era un no vax e riteneva di essere immune alla malattia perché si considerava in perfetta forma fisica. Dopo aver contratto il Covid, ed essersi gravemente ammalato, si era pentito di non aver fatto il vaccino.

Un’altra triste notizia arriva dagli Stati Uniti ed è l’ultima vicenda, di una lunga serie, legata ai negazionisti che poi si ravvedono sul Covid. Tutto questo è avvenuto quando ormai era troppo tardi per rimediare. Stavolta è toccata ad un 28enne no vax che si pente e in punto di morte avrebbe detto: “Il Covid non è una bufala, è tutto vero”. A pronunciare questa parole Curt Carpenter, uno che in vita aveva sempre detto che il Coronavirus era una montatura dei giornalisti terroristi, tesi che aveva sostenuto fino a pochi giorni prima di ammalarsi di Covid e morire a maggio 2021.

Contents.media
Ultima ora