×

Covid, Pregliasco: “Calo dei casi da metà luglio ma attenzione alla nuova variante”

Tra variante indiana e aumento di contagi Covid, Fabrizio Pregliasco ha fatto una previsione sulla situazione epidemica dei prossimi mesi.

covid pregliasco

Fabrizio Pregliasco ha parlato dell’evolversi della situazione epidemiologica e dei rischi che comportano le nuove mutazioni delle varianti Covid.

Pregliasco sui casi Covid: “Crescita fino a metà luglio e poi discesa”

Il virologo Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario dell’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano, ha parlato della situazione epidemiologica in Italia, soprattutto in relazione all’aumento dei casi Covid che hanno superato quota 130mila giornalieri.

«Ovvio che non possiamo mai essere sicuri, ma speriamo che succeda in Italia quanto già accaduto in Portogallo e che vede adesso un abbassamento della curva. Direi quindi che avremo una crescita fino a metà luglio e poi un’onda di discesa».

L’arrivo della nuova variante indiana

In India è stata recentemente individuata una nuova sottovariante di Omicron, la BA.2.75, o comunemente chiamata “variante indiana. Dai primi studi preoccupano in particolare le mutazioni G446S e R493Q: Infatti, portano a cambiamenti significativi nella struttura della proteina Spike, facendo diventare il virus più abile nello sfuggire agli anticorpi prodotti dopo un’infezione o la vaccinazione.

«Vediamo che sta per arrivare una nuova variante la BA.2.75 che sembra avere una maggiore capacità di aggancio ai recettori e una maggiore contagiosità, dobbiamo stare attenti. La speranza, salvo varianti “carogna”, è che siamo in una fase di transizione di andamento endemico, quindi onde, come un sasso in uno stagno, di sempre minore intensità e altezza».

Contents.media
Ultima ora