×

Covid, Sileri sulla campagna vaccinale: “Per la fine di giugno, saremo come la Gran Bretagna”

Il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, ha commentato l’andamento della campagna vaccinale in Italia e l’allentamento delle misure restrittive.

Covid
CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 82

In Italia, la campagna vaccinale attuata per contrastare la diffusione del coronavirus sta procedendo a ritmo serrato su tutto il territorio nazionale. Intanto, il Governo sta valutando nuove ipotesi destinate ad aggiornare le misure restrittive e restituire ai cittadini maggiori libertà.

Campagna vaccinale, Sileri: “Per la fine di giugno, Italia come Gran Bretagna”

In attesa del prossimo Consiglio dei ministri, il Governo italiano sta dibattendo in modo particolarmente animato circa svariate questioni che si inseriscono nel contesto delle restrizioni imposte a livello nazionale per limitare la diffusione del SARS-CoV-2. Tra i temi più discussi, ad esempio, possono essere citate le richieste di abolire il coprifuoco oppure l’opportunità o meno di procedere con nuove riaperture.

A ogni modo, è plausibile che l’esecutivo scelga di modificare le misure restrittive attualmente in vigore, varando regole meno rigide e ripristinando una maggiore libertà per la popolazione.

A proposito dell’andamento della campagna vaccinale italiana e del contenimento dei contagi, si è espresso il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri.

In occasione della sua partecipazione al programma Domenica In, trasmesso nel pomeriggio di domenica 9 maggio, infatti, il medico romano, mostrando un atteggiamento decisamente positivo, ha spiegato: “Per la fine di giugno, con i numeri delle vaccinazioni che stiamo vedendo, dovremmo vedere quello che stiamo vedendo in Gran Bretagna”.

Campagna vaccinale, Sileri: aumento contagi tra i più giovani

Il sottosegretario alla Salute Sileri, nonostante la fiducia ribadita nei confronti degli esiti della campagna vaccinale, ha però sottolineato come in futuro potrebbe considerevolmente lievitare il contagio tra gli strati di popolazione più giovane.

Un simile trend è stato commentato dal politico nel seguente modo: “Il virus lo freghiamo solo con il vaccino: più vaccinati ci sono, meno ammalati in forma grave avremo – ma ha aggiunto – avremo un aumento dei contagi nella popolazione più giovane, quella che si muove di più ma di sicuro questo non peserà sui ricoveri e sulle terapie intensive. Ciò non significa che a quarant’anni non si possa morire di Covid ma solo che le chance sono più basse”.

Il medico, quindi, ha ribadito il proprio appello alla prudenza e alla responsabilità agli italiani, asserendo: “Vietato mollare, indossiamo la mascherina, rimaniamo distanziati, laviamoci frequentemente le mani”.

Campagna vaccinale, Sileri: allentamento delle misure restrittive

In relazione all’ipotesi di un imminente allentamento delle misure restrittive nel Paese, infine, Pierpaolo Sileri ha dichiarato: “Le cose presto andranno meglio. Probabilmente anche il coprifuoco potrebbe essere spostato in avanti”.

Il medico, poi, si è anche detto favorevole alla vaccinazione completa e prioritaria delle piccole isole, indispensabili sia per motivi sanitari che per fini turistici: “Come ha detto il generale Figliuolo, si sta lavorando anche alla possibilità di garantire una copertura di richiami nei luoghi di villeggiatura. Godiamoci il sole e la vita, ne rispetto delle regole”.

Contents.media
Ultima ora