Meteo instabile in Sardegna: allerta della Protezione Civile | Notizie.it
Meteo instabile in Sardegna: allerta della Protezione Civile
Cronaca

Meteo instabile in Sardegna: allerta della Protezione Civile

Sardegna
Sardegna

Allerta meteo, per violenti temporali e nuove possibili alluvioni al Sud. E' allarme in Sardegna. Sulle isole si prospetta meteo instabile

Temperature miti in tutta Italia. Il termometro nel mese di ottobre sta raggiungendo picchi fuori stagione. Le previsioni dichiarano meteo instabile sulle isole. Al Nord splende il sole. La temperatura ha raggiunto 22°C a Trieste e Mantova e 21°C a Merano. Stessa situazione nelle regioni centrali e meridionali, in particolar modo nelle Regioni tirreniche, con temperature quasi estive tra Liguria e Campania. Clima molto mite anche in Puglia e Sicilia. La colonnina di mercurio, infatti, ha raggiunto i 27 gradi a Napoli, Salerno e Moneglia, 26°C a Roma, Palermo, La Spezia, Caserta, Lecce, Guidonia, Trapani, Benevento, Siracusa, Agrigento, Latina, Chiavari, Rapallo, Fondi e Tropea. 25 gradi a Perugia, Catania e Taranto.

Quest’anomalia di caldo è provocata dal ciclone in azione sul Mediterraneo occidentale: basti pensare che ad Algeri la temperatura massima registrata nella giornata di mercoledì 17 ottobre 2018 è stata di appena 21°C, mentre Chlef non ha superato i 19 gradi e Miliana si è fermata ai 14°C.

Fa più freddo nel nord Africa: in Italia arriva una lingua calda proveniente dalla Libia che toccherà il picco massimo nella notte tra mercoledì 17 e giovedì 18 ottobre.

Intanto il maltempo si sta muovendo dalla Tunisia verso le isole maggiori dell’Italia. Forti temporali sono già in mare tra Sardegna e Tunisia, ma i fenomeni più estremi si abbatteranno nel nord del Paese africano più vicino all’Italia nella notte e nelle prime ore della mattinata di giovedì 18 ottobre. Saranno temporali molto violenti con possibili pesanti eventi alluvionali nelle aree più settentrionali della Tunisia. E’ allerta anche in Sardegna, dove violenti nubifragi hanno devastato la zona del cagliaritano. Ad avvertire circa la persistente ondata di instabilità del maltempo sulle isole è la Protezione Civile.

Giovedì 18 ottobre, meteo instabile in Sardegna

Il maltempo nel corso della giornata di giovedì 18 ottobre si estenderà al Canale di Sicilia. Colpirà fortemente Malta durante il pomeriggio per poi abbattersi nella serata proprio sulla Sicilia. Contemporaneamente un altro ramo del ciclone si abbatterà sulle isole Baleari già duramente colpite dalla precedente alluvione: dalla Spagna al Sud Italia, gran parte del Mediterraneo verrà colpito da questa nuova tempesta autunnale.

Un forte maltempo è previsto per la serata di giovedì e nella successiva notte. Le aree a più alto rischio saranno la Sicilia orientale, in modo particolare tra le province di Catania, Siracusa e Ragusa. Non esente anche la Spagna orientale, da Valencia a Barcellona dove il maltempo proseguirà anche nel weekend. E’ alto il rischio di nuovi pesanti eventi alluvionali nel Mediterraneo. Prima in Tunisia, poi su Malta, in Sicilia e in Spagna. Altre forti piogge colpiranno anche la Sardegna meridionale e orientale, lungo la fascia tirrenica dell’isola.

Sardegna

Nel Mediterraneo occidentale sono già morte 35 persone per gli estremi fenomeni di maltempo che si sono abbattuti negli ultimi giorni: il disastro di Maiorca, quello di Carcassonne, le vittime in Costa Azzurra e quelle di casa nostra in Calabria e Sardegna. Adesso è grande il timore che nelle prossime ore e nei prossimi giorni si possano verificare eventi analoghi. Nel frattempo persiste l’anomalia di caldo che garantirà temperature miti (oltre i 20 gradi con picchi superiori ai 25°C in tutt’Italia e per tutta la settimana). Un calo termico significativo è atteso per domenica 21 ottobre, in particolare nelle regioni adriatiche.

Maltempo: allerta arancione sulla Sardegna

La vasta circolazione depressionaria posizionata sul Mediterraneo centro-occidentale continua a determinare condizioni di spiccata instabilità sulla Sardegna, in particolare sui settori orientali e meridionali, in estensione dalle prime ore di domani alle isole minori dello stretto di Sicilia. Successivamente colpirà anche i settori meridionali e ionici della stessa Sicilia, con associata intensificazione della ventilazione sud-orientale.

Sardegna

La Protezione Civile ha spiegato che: “Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche. Queste sono riportate nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento.

“L’avviso prevede dalle prime ore di giovedì 18 ottobre, venti forti o di burrasca sud-orientali sulla Sicilia, specie sui settori meridionali e precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulle isole minori dello stretto di Sicilia. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento”. Così si legge sul comunicato reso noto dal Dipartimento della Protezione Civile.

E ancora, si aggiunge: “Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per giovedì 18 ottobre allerta arancione sui settori orientali e meridionali della Sardegna. Allerta gialla su alcuni bacini di Abruzzo, Basilicata e su gran parte della Sicilia”.

Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni. E’ disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it). Inoltre, sarà possibile prendere visione delle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Asia Angaroni
Asia Angaroni 741 Articoli
Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.