> > La storia di Gianna, lasciata a 81 anni per la badante

La storia di Gianna, lasciata a 81 anni per la badante

gianna

La signora Gianna è stata lasciata dal marito per la badante di 30 anni più giovane. La trasmissione Le Iene ha raccontato la sua storia.

Le Iene ha raccontato la storia di Gianna, lasciata dal marito a 81 anni.

Dopo 46 anni di matrimonio il marito è andato via da casa per stare con la badante, di 30 anni più giovane. Il marito le ha anche portato via oltre 100 mila euro. Il compagno era anche l’unico uomo che Gianna ha amato in tutta la sua vita. Ora però lei non ha più nulla.

Lasciata per la badante

Il marito, da un giorno all’altro l’ha lasciata. Se n’è andato via di casa perché innamorato di un’altra donna: la badante ucraina più giovane di 30 anni.

Ora a Gianna non resta altro che la lettera di divorzio.

La iena Veronica Ruggeri ha intervistato la signora, che ha raccontato la sua storia: “Ma come si fa a voler divorziare a 80 anni? Abbiamo due figli e tre nipoti. Quando ci siamo conosciuti avevo 25 anni. I primi tempi uscivamo io, lui e la mamma. Era il marito perfetto, facevamo tutto insieme” ha raccontato la donna. La situazione si è complicata quando la suocera di Gianna ha avuto un ictus.

“Abbiamo cercato una badante che potesse occuparsi di lei, ma da quando è arrivata, mio marito andava sempre là”. Ma non è finita. La banca, infatti, avrebbe avvertito Gianna di un nuovo conto corrente aperto dal marito. “Prelevava 5 mila euro dal conto di mia suocera e dal nostro conto in comune”. Proprio da lì sono scomparsi in tutto 140 mila euro.

Lasciata per telefono

“Sono andata al mare per 4 giorni nella mia casa.

Un giorno mi ha telefonato e mi ha detto ‘tra noi è finita‘ – ha detto Gianna scoppiando in lacrime – il mio cuore si è fermato. Qualche giorno dopo è arrivato il messo comunale con la convocazione per la separazione. E’ stato un colpo al cuore”. Secondo la signora, la badante avrebbe raggirato l’anziano, e l’ipotesi è stata confermata anche dal Tribunale a cui si sono rivolti i figli. L’anziano è stato infatti visitato da uno psichiatra che ne ha valutato la scarsa lucidità: “deficit di memorizzazione e alterazioni cognitive e del giudizio” recita il referto.