×

Il cancello si chiude e gli taglia una falange: bimbo in ospedale

I medici dell'ospedale di Treviso stanno valutando la possibilità di riattaccare la falange mancante con un'operazione chirurgica.

Cancello taglia falange di un bambino
Cancello taglia falange di un bambino

È stato ricoverato all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso il bimbo di 2 anni a cui è stata tranciata la falange di un dito dalla chiusura del cancello di casa. Secondo quanto si apprende da Oggi Treviso, l’episodio è avvenuto a Vidor, intorno alle ore 17 di venerdì 8 marzo.

Il cancello ha tagliato una parte del mignolo della mano destra del bambino. Immediato l’intervento delle squadre del Suem 118, che hanno trasferito il piccolo in pronto soccorso a bordo di un elicottero. Sul posto sono giunti anche i paramedici a bordo di un’automedica e di un’ambulanza. I medici dell’ospedale di Treviso stanno valutando una possibile operazione per riattaccare la porzione di dito mancante.

Incidente a Vidor

Gli inquirenti sono al lavoro per ricostruire l’esatta dinamica della vicenda. Secondo quanto riportato dal Gazzettino, il bimbo stava giocando all’aria aperta, nel giardino di casa, quando la sua mano è rimasta incastrata alla chiusura del cancello. Le urla del piccolo hanno immediatamente allarmato i genitori, che si trovavano a poca distanza e hanno subito chiamato i soccorsi. Il personale del 118 ha recuperato la “falangetta“, che è stata consegnata ai medici del nosocomio trevigiano.

La ferita riportata sembra non essere grave, si apprende da Treviso Today, e non si esclude la possibilità di un recupero.

Mano trafitta da un cancello

Nell’ottobre 2018, un bambino è rimasto ferito alla mano da un cancello a Terrazzo, in provincia di Padova. Il piccolo aveva cenando con la famiglia in una pizzeria di via Este, si apprende da Padova Oggi, e stava tornando verso la macchina quando è caduto ed è finito contro la recinzione di una casa. La mano è stata trafitta dalla punta di uno dei paletti in metallo dell’inferriata. I sanitari accorsi sul posto non hanno potuto estrarre la mano, dal momento che la ferita era troppo profonda. È stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco che hanno segato il paletto, in seguito estratto chirurgicamente in ospedale.

Giornalista pubblicista classe 1994, nata in provincia di Monza e Brianza, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Lisa Pendezza

Giornalista pubblicista classe 1994, nata in provincia di Monza e Brianza, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora