> > Venezia, turiste lasciano le loro feci nel camerino di un negozio

Venezia, turiste lasciano le loro feci nel camerino di un negozio

camerino

Nel camerino di un negozio del centro storico di Venezia tre turiste hanno defecato, utilizzando il vestito da provare come carta igienica.

L’episodio avvenuto l’1 giugno in un negozio di abbigliamento nel centro storico di Venezia ha lasciato tutti senza parole.

Un camerino per provare gli abiti si è trasformato in una latrina, quando una turista l’ha usato per fare i suoi bisogni. Per di più come carta igienica ha utilizzato un capo di abbigliamento.

Il ricordino nel camerino

“Sabato verso le 13 sono entrate in negozio 3 giovani turiste polacche. Avranno avuto 18 anni, non di più, parlavano inglese. Hanno controllato gli abiti, le offerte e poi una di loro è entrata in camerino.

Io non ci ho fatto caso, il negozio era pieno e stavo seguendo le altre clienti. Dopo alcuni minuti le tre ragazze hanno comprato un abitino” ha raccontato la commessa del negozio tra Campo San Bartolomeo e San Lio in cui è avvenuto l’episodio. La giovane veneziana di 24 anni è rimasta esterrefatta dal comportamento delle turiste. Infatti quando è tornata nel camerino per rimettere a posto i vestiti che erano stati provati dalla ragazza, ha fatto una scioccante scoperta: c’erano delle feci sul pavimento, evidentemente opera loro.

I vestiti nuovi presi per provarli erano stati usati per pulirsi come se fossero carta igienica. Non si sa il motivo di questo comportamento, visto che nel centro storico di Venezia ci sono servizi igienici pubblici attrezzati e puliti e che ci sono molti bar con toilette. Perciò molti pensano sia stato un gesto intenzionale fatto per dispetto o una braveria fatta per vantarsi successivamente. Pur non potendo ricorrere a un’indagine per scoprire chi siano le responsabili, una punizione sarebbe necessaria per le giovani ragazze, che hanno mancato di rispetto al lavoro degli addetti del negozio.