Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Nocera, il padre di Jolanda si difende: “Si è ustionata con il fornelletto”
Cronaca

Nocera, il padre di Jolanda si difende: “Si è ustionata con il fornelletto”

Jolanda bimba morta, le parole del padre
Jolanda bimba morta, le parole del padre

Giuseppe Passariello, indagato per l'omicidio della figlia e maltrattamenti, si è difeso parlando di un incidente domestico.

Le ustioni sul corpo della figlia non sono dovute a maltrattamenti ma a un banale incidente domestico. Questa è la difesa di Giuseppe Passariello, il padre della piccola Jolanda, la bimba di 8 mesi morta nella sua casa di Sant’Egidio del Monte Albino, in provincia di Salerno. L’uomo, in stato di fermo e indagato per omicidio insieme alla moglie, ha respinto le accuse, si apprende da Fanpage, e ha raccontato agli inquirenti che la bambina si sarebbe scottata con un fornelletto. Ma secondo gli investigatori la sua ricostruzione presenta numerose lacune.

La versione del padre

Il 37enne originario di Pagani ha fornito la sua versione dei fatti agli inquirenti dopo il fermo, avvenuto il 23 giugno. Passariello ha raccontato che quando è andato a dormire, la sera prima della morte della figlia, Jolanda stava bene ed era in salute. Durante la notte è stata la moglie, Imma Monti, a svegliarlo allarmata e a dirgli che la piccola non riusciva a respirare.

A quel punto hanno chiamato l’ambulanza, ma quando la bimba è arrivata in ospedale per lei non c’era ormai più niente da fare.

Lividi e ustioni

Oltre alle lacune nella ricostruzione di quella notte fatale, gli inquirenti avanzano non pochi dubbi anche sui lividi e sulle lesioni presenti sul corpo di Jolanda. Interrogato sull’argomento, il padre si è limitato a rispondere che in casa vigeva una rigida suddivisione dei ruoli per quanto riguarda l’educazione dei figli. Mentre lui si occupava solo del maggiore, maschio, Jolanda era affidata alle cure della moglie. Ha però aggiunto che le ustioni presenti su mani e piedi della bambina sarebbero state causate dal contatto accidentale con un fornelletto. Ha invece spiegato il gonfiore attribuendo a un’afta.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Lisa Pendezza 2861 Articoli
Lisa Pendezza, nata nel 1994 a Milano. Laureata in Lettere con la passione per i viaggi, il benessere e la lettura, spera di riuscire a girare il mondo con una macchina fotografica in una mano e un romanzo nell'altra. Amante dei libri, si limita per ora a leggerne molti, con il sogno nel cassetto di scriverne uno.