Carmelo Ferraro era alla guida della Lancia Y che ha travolto Martina
Cronaca

Carmelo Ferraro era alla guida della Lancia Y che ha travolto Martina

carmelo martina
carmelo martina

Carmelo Ferraro ha travolto Martina nella notte tra il 14 e il 15 luglio scorsi: ora è in carcere a Ragusa. Guidava sotto l'effetto di stupefacenti.

Carmelo Ferraro è il ragazzo alla guida della Lancia Y che ha travolto Martina Aprile a Cava D’Aliga, nei pressi di Scili. Il 34enne è stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale e, secondo le prime informazioni, avrebbe fatto uso di stupefacenti e metadone. Nel frattempo, però, il paese in provincia di Ragusa ha proclamato una giornata di lutto cittadino per la morte della giovane madre Martina.

Carmelo ha travolto Martina

Carmelo Ferraro, alla guida sotto l’effetto di un mix di cocaina, ha travolto la madre Martina, 25 anni, mentre attraversava la strada per buttare la spazzatura. L’incidente è avvenuto nella notte fra il 14 e il 15 luglio scorsi: insieme alla donne, inoltre, c’era un collega, ferito lievemente. Alla guida della sua Lancia Y, il 34enne avrebbe investito Martina nei pressi di Viale della Pace, a Cava D’Aliga, in provincia di Ragusa. Secondo alcuni esami tossicologici, infatti, l’uomo è risultato positivo all’esame sulla presenza di stupefacenti nel sangue.

Per questo motivo, Carmelo Ferraro, cameriere di professione, è stato arrestato e portato al carcere di Ragusa.

Il giornalista Paolo Borrometti

Il primo a diffondere l’immagine di Carmelo è stato proprio Paolo Borrometti, che ha commentato: “Anche lui, come gli investitori di Vittoria, aveva ‘precedenti’. Voglio pubblicamente ringraziare le Forze dell’Ordine di Ragusa per il loro straordinario impegno affinché la popolazione comprenda che lo Stato c’è“. Inoltre, il sindaco della città ha dichiarato: “Sul tema della sicurezza e della responsabilità di chi è alla guida nella nostra città negli anni è stato fatto molto, ma molto bisogna ancora fare. Ora è il momento del dolore, del raccoglimento, della preghiera”. Infine, è stato proclamato un giorno di lutto cittadino per la giovane Martina.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Laura Pellegrini
Classe 1998, cresciuta condividendo il sogno del padre. Veronese di origini, ma milanese acquisita. Studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società" con un grande sogno nel cassetto: costruire una carriera internazionale e un nome nel giornalismo politico. Amante dei viaggi e curiosa rispetto ai fatti di attualità, insegue con determinazione il suo obbiettivo.