Lecco, frana e danni per il maltempo: sfollati a Casargo
Cronaca

Lecco, frana e danni per il maltempo: sfollati a Casargo

Lecco frana
Lecco frana

''Il governo ci dia lo stato di calamità'', l'appello del sindaco di Casargo, provincia di Lecco. Frane ed esondazioni: si contano oltre 140 sfollati.

Lecco, frana e danni ingenti a Casargo, centro montano di provincia. Dopo il maltempo che si è abbattuto nella serata di martedì 6 agosto 2019, fango e detriti hanno invaso il centro abitato. Sarebbero 140 gli sfollati, ora alloggiati nell’istituto alberghiero.

Lecco, frana e sfollati a Casargo

Sono intervenute 8 squadre dei Vigili del Fuoco, rimasti impegnati tutta la notte per ripristinare ordine e sicurezza in paese. Le operazioni sono state avviate intorno alle 19.15. Così informa Adnkronos. Per la giornata di mercoledì 7 agosto sono attesi nuovi temporali. I danni sono ingenti e si tiene monitorata l’allerta meteo. Fortunatamente al momento non risultano problemi di crolli né disagi dovuti alla scarsa stabilità degli edifici. Agli sfollati, opportunamente accompagnati, si darà la possibilità di entrare nella zona rossa, quella di pericolo e maggiormente colpita. Ancora parzialmente isolata la strada principale, la sp 67. I Vigili del Fuoco della zona sono ancora al lavoro per liberare il tragitto.

Si tratta della strada che da Taceno sale verso Premana.

“Il governo ci dia lo stato di calamità”. Questo l’appello pronunciato dal sindaco di Casargo, Antonio Leonardo Pasquini. “La situazione è sotto controllo, ma l’allerta rimane alta. I danni sono ingenti, ma non ci sono per fortuna vittime”, ha detto all’Adnkronos. Inizialmente i Vigili del Fuoco avevano contato 200 sfollati. Tuttavia, il sindaco ha precisato: “Gli sfollati ora sono 140. Altri alla fine, tra cui turisti, sono riusciti ad avere diverse soluzioni”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Asia Angaroni
Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.