×

La storia di Charlie: il gattino salvato dalla Guardia Costiera

Allertata da un gruppo di bambini, la Guardia Costiera ha salvato un gattino che stava per annegare.

Gattino salvato da Guardia Costiera

E’ del 2016 la storia di Charlie, il gattino che un equipaggio della Guardia Costiera ha rianimato e salvato da morte certa. Stava annegando nei pressi di Marsala quando un gruppo di bambini l’ha notato e ha lanciato l’allarme.

Guardia Costiera salva un gattino

Stavano facendo una passeggiata al porto di Marsala quando, in un tratto di mare vicino alla banchina, hanno visto qualcosa di strano in lontananza e capito che si trattava di un gattino di pochi mesi. Nessuno dei bambini sarebbe però riuscito a salvarlo, dato che si allontanava sempre di più dalla banchina e buttarsi in mare sarebbe stato impossibile.

Fortunatamente in quel momento stava rientrando in porto, dopo un’operazione di soccorso, un equipaggio la Guardia Costiera di Marsala.

I ragazzi hanno quindi cercato di attirare la sua attenzione con urla e gesti di ogni tipo. Avendo compreso la situazione, uno degli uomini si è gettato in acqua per soccorrere Charlie, l’ha portato a bordo e ha provato a rianimarlo.

Dopo alcuni minuti l’animale ha dato i primi segni di vita, miagolando ed espellendo acqua. Mentre la Guardia Costiera si dirigeva nel porto, la Sala Operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo ha allertato l’Ufficio del Veterinario Provinciale. In poco tempo i veterinari sono giunti sul posto e hanno fornito tutte le cure necessarie al gattino.

Quest’ultimo è stato poi adottato dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Marsala, che ha provveduto a dargli un nome. La Guardia Costiera è anche stata premiata da PETA con un certificato incorniciato e dei tartufi vegan al cioccolato.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Caricamento...

Leggi anche