×

Staccano luce e gas a una famiglia: utente in fila paga le loro bollette

Condividi su Facebook

Quando a una famiglia è stata staccata la fornitura di luce e gas per i troppi debiti, un utente in fila allo sportello si è offerto di rimediare.

staccano luce gas famiglia
staccano luce gas famiglia

È una storia a lieto fine quella che vede protagonista una una coppia con quattro bambini di Consalve, in provincia di Padova. Quando la famiglia ha rischiato di restare senza luce e gas – staccate perché il padre non aveva i soldi per pagare le bollette – un utente in fila allo sportello si è offerto di saldare il debito al suo posto.

Staccano luce e gas a una famiglia

È accaduto negli uffici che la società CVE (Centro Veneto Energie) in Piazza XX Settembre a Conselve. Era la mattina di sabato 7 dicembre quando un uomo, padre di famiglia, si è presentato allo sportello del CVE per spiegare la difficile situazione economica in cui versa il suo nucleo familiare. La fornitura di luce e gas era stata interrotta, fin dalle prime ore del mattino, a causa del mancato pagamento delle ultime bollette.

L’uomo ha implorato, sottolineando di avere quattro bambini a carico, e ha chiesto di poter saldare il debito a rate. Davanti al rifiuto dell’operatore, il padre si è allontanato in lacrime.

È stato allora che si è verificato un piccolo miracolo. L’utente in coda dietro di lui, che aveva ascoltato l’intera conversazione, si è offerto di saldare l’intero debito accumulato, pari a quasi 600 euro. “Saldo io, però aspettate a comunicarglielo, perché voglio restare anonimo e non voglio che colleghi l’operazione alla mia persona. Però voi fate in modo che possa riavere subito luce e gas”, avrebbe spiegato questo “buon samaritano” all’operatore.


Il comunicato di Acquevenete

Acquevenete, la società che si occupa della gestione degli acquedotti nella bassa padovana e che condivide gli uffici con CVE, precisa la propria totale estraneità alla vicenda.

“Nell’ultimo trimestre si è proceduto a una sola cessazione per morosità e si trattava di un’azienda, non di un privato. L’episodio quindi è reale ma non riguarda la fornitura dell’acqua“, ha dichiarato l’azienda.

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche