×

Coronavirus, niente scuole chiuse nelle Marche: la Regione rettifica

Condividi su Facebook

Si torna sui banchi, niente scuole e università chiuse nelle Marche. Questa la decisione a seguito delle direttive di Conte sul Coronavirus.

Regione Marche: scuole chiuse?
Luca Ceriscioli rettifica la decisione di lasciare chiuse le scuole nelle Marche

Durante una diretta su Facebook il Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli aveva affermato che scuole e università sarebbero state chiuse fino al 2 marzo 2020. L’obiettivo, come per altre regioni a rischio diffusione del Coronavirus, era appunto quello di contenere al massimo i rischi di contagio.

Coronavirus, no scuole chiuse nelle Marche

Poco prima del termine della diretta di Ceriscioli è arrivata una telefonata: il Premier Giuseppe Conte chiedeva di sospendere l’esecutività dell’ordinanza. In attesa di nuove disposizioni a livello nazionale, nella Regione Marche le scuole e le università rimarranno quindi aperte. Nessuna sospensione anche per quanto riguarda manifestazioni di carattere pubblico.

Si attende la decisione definitiva

Durante una conferenza stampa assieme al Gruppo Operativo per l’Emergenza Sanitaria (GORES), Ceriscioli ha dichiarato di aver accettato di buon grado la scelta del Presidente del Consiglio: “Domani mattina, martedì 25 febbraio, ci sarà il coordinamento nazionale con tutte le Regioni, al termine del quale verranno definite le linee guida alle quali dovremo attenerci”, queste le parole del governatore.

Ordinanza rimandata, non è nemmeno certo se sarà applicabile.

Tutto dipende da come verrà strutturato il quadro generale in merito alla situazione Coronavirus.


La situazione regionale

Per il momento non si registrano contagi da Coronavirus nelle Marche, i tre casi in osservazione tra Ancona e Fermo sono risultati negativi. Allarme rientrato, Luca Ceriscioli ha deciso comunque di rinviare alcuni eventi sportivi. L’occasione è stata colta dal governatore per ricordare inoltre l’abc della prevenzione per evitare il contagio e di non affollare il pronto soccorso se si dovessero presentare sintomi riconducibili al virus.

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Appassionata di lingue straniere e giornalismo, ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine. Le sue grandi passioni sono il fitness e l'equitazione, lo spettacolo, i viaggi, la fotografia e la natura.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Cecilia Lidya Casadei

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Appassionata di lingue straniere e giornalismo, ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine. Le sue grandi passioni sono il fitness e l'equitazione, lo spettacolo, i viaggi, la fotografia e la natura.

Leggi anche