×

Coronavirus, l’autore della grigliata sui tetti ha un agente: “1.500 euro di intervista”

L'autore del video della grigliata sui tetti organizzata a Palermo ha un agente e non può più parlare con nessuno se non dietro pagamento.

coronavirus grigliata sui tetti
coronavirus grigliata sui tetti

Le immagini della grigliata sui tetti organizzata nella giornata di Pasqua a Palermo, nonostante le restrizioni dovute al coronavirus, hanno fatto il giro del web. Un gruppo di persone, in barba ai divieti ha deciso di festeggiare sul terrazzo al festività.

Un drone, però, ha interrotto il pranzo e ha generato un fuggi fuggi generale. L’autore del video, Giuseppe Spagnolo, però, ha ingaggiato un agente per le interviste: “Ho dato i miei diritti di immagine e non posso parlare più con nessuno”. Ogni dichiarazione o intervista costa 1.500 euro: Spagnolo deve racimolare i soldi per pagare la multa ricevuta. Spagnolo, comunque, ha chiesto scusa a tutti i cittadini sicilianie a tutte le persone che soffrono la perdita del proprio caro e alle persone che sono state contagiate“.

Coronavirus, autore grigliata sui tetti

Il programma radiofonico La Zanzara ha provato a contattare l’autore della grigliata sui tetti organizzata a Palermo nonostante il coronavirus. La risposta che ha ricevuto, però, ha sconvolto tutti.

Giuseppe Spagnolo, l’autore del video, infatti, ha ingaggiato un agente che fa da intermediario per la realizzazione di interviste. Dopo che il video e le immagini hanno fatto il giro del web, lui e gli altri invitati sono diventati famosi, se così possiamo dire.

“Con me da oggi non si può più parlare – ha detto agli speaker della radio -. Lei con me non deve parlare. Se vuole le do un numero.

Non le posso rispondere, da oggi. Manco un secondo, ho dato i miei diritti di immagine e non posso parlare più con nessuno. Ho un agente, se vuole il numero…”.

A quel punto, i due conduttori, Cruciani e Parenzo hanno verificato l’esistenza dell’agente, che ha confermato quanto riferito da Spagnolo. “Sì, è un nostro contrattualizzato – si sente nella telefonata -. Per un video?”. “No – replicano gli speaker -, radio, dieci minuti”. Ma la replica lascia tutti senza parole: “Gratis non si può fare perché dobbiamo anche recuperare i soldi della multa di questo signore, poverino. Le posso fare 1.500 euro più Iva”.

E infine, parte la contrattazione tra le parti: “Possiamo chiudere a 800 più Iva, otto minuti”, risponde Parenzo. “Mille, più Iva e fattura”, replica l’agente. “Chiudiamo a 900”, interviene Cruciani. “Abbiamo un accordo allora, ecco la mail dove mandare i dati per la fattura, gli orari, il contatto telefonico”. Assurdo, ma reale.

Contents.media
Ultima ora