×

Positiva al test rapido all’uscita dell’autostrada: era diretta dai familiari

Una donna di Napoli è risultata positiva al test rapido all'uscita dell'autostrada. La signora stava raggiungendo i suoi familiari.

positiva test rapido uscita autostrada
positiva test rapido uscita autostrada

Una donna è risultata positiva al test rapido all’uscita dell’autostrada. Stando a quanto da lei dichiarato alle forze dell’ordine che l’hanno fermata al casello di Avellino Est, era partita da Napoli per far visita ad alcuni familiari. Non si arrestano i controlli su tutto il territorio campano.

Presidiati soprattutto i caselli autostradali, con forze dell’ordine e personale delle Asl. Fortunatamente al momento la situazione sembra essere sotto controllo e tende al ribasso anche la curva dei contagi nella Regione. Da una settimana, infatti, il numero dei positivi non ha mai superato le 25 unità. L’ultimo bollettino conferma il trend in calo, con 14 nuovi contagi su 5.412 tamponi realizzati. Dall’inizio dell’epidemia, in Campania sono rimaste contagiati 4.576 persone.

386 i morti, con 7 vittime del Covid-19 nelle ultime 24 ore.

Intanto il governatore Vincenzo De Luca rivendica la supremazia degli ospedali della sua regione, rispetto alla sanità veneta e lombarda. Non sono mancati neppure i nuovi attacchi a Salvini. “Mi capita di ascoltare colleghi di altre regioni invocare l’apertura universale. Fanno demagogia, cercano di strumentalizzare la domanda di lavoro che c’è ed è drammatica senza decidere niente. Chi vuole aprire, apra domani mattina, lo faccia e se ne assuma la responsabilità ma facciamola finita con il chiacchiericcio”.

Dopo le critiche alla Lombardia, ha dichiarato: “Evitate di andare negli ospedali del Nord, perché abbiamo la migliore assistenza e gli ospedali più sicuri d’Italia. Nel corso degli anni i sistemi ospedalieri del Nord hanno campato con i soldi che prendevano dalla nostra regione, la cosiddetta mobilità passiva. Invito convintamente i nostri concittadini a rimanere in Campania. Intanto perché oggi sono gli ospedali più sicuri di Italia e poi perché, sinceramente, abbiamo la migliore assistenza d’Italia e in qualche caso del mondo”.

Positiva al test rapido all’uscita dell’autostrada

Fermata al posto di blocco, una donna in viaggio da Napoli è risultata positiva al test rapido al casello di Avellino Est della A-16. Così è stata costretta a rincasare. La donna si stava dirigendo in Irpinia per far visita ad alcuni parenti.

Si tratterebbe dell’unico caso di test rapido positivo rilevato dai controlli autostradali ad Avellino. Il fatto risale alla giornata di venerdì 8 maggio. Tuttavia, la positività al test rapido non implica anche la positività al Covid-19, per la quale sarà necessario un tampone vero e proprio.

I test rapidi non possono sostituire il vero tampone, ma contribuiscono ad accelerare le procedure per individuare nuovi contagi e soprattutto per scoprire eventuali asintomatici. Quest’ultimi, infatti, rappresentano il più grande problema: ignari della malattia, potrebbero circolare liberamente, incrementando così i contagi. I test rapidi, tuttavia, accertano solo la presenza di due tipi di immunoglobuline (IgG e IgM) nel sangue, che se presenti in determinati valori individuano un’infezione in corso all’interno di un organismo.

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora