×

Coronavirus, rivolta degli italiani a Mondragone: “Lasciateci uscire”

A Mondragone, un gruppo di residenti italiani dei Palazzi Cirio, in lockdown per Coronavirus, ha protestato contro il sindaco: "Lasciateci uscire"

Coronavirus_Mondragone
La situazione del Coronavirus nei Palazzi Cirio a Mondragone

Momenti di tensione all’interno della zona rossa dei Palazzi Cirio di Mondragone, in stato di lockdown per via dell’espansione di casi di Coronavirus. Una decina di residenti italiani ha infatti contestato duramente il sindaco Virgilio Pacifico. Tra le richieste dei residenti, la possibilità di uscire con i loro bambini e il ritorno al luogo di lavoro.

Coronavirus, lockdown a Mondragone

Dopo la rilevazione di otto positivi al Coronavirus, è scattato il lockdown ai palazzi Cirio di Mondragone. I palazzi Cirio sono noti essere abitati in larga percentuale da immigrati bulgari. E proprio questi ultimi si sono rivelati protagonisti di un fatto spiacevole: è notizia di ieri la fuga nella notte di alcuni di essi, trasgredendo tutte le misure igienico-sanitarie preventive.

Non solo: secondo le testimonianze, dei residenti, tali immigrati continuano ripetutamente a creare assembramenti sotto i porticati dei palazzi, consumando alcol e droga.

Tensione tra italiani e bulgari

All’interno di una già grave situazione sanitaria, potrebbe dunque crearsi una tensione tra due diverse etnie. I residenti italiani non ci stanno e hanno chiesto al sindaco di poter terminare la situazione di isolamento e di uscire per concedersi almeno un po’ di attività motoria con i figli. La gente ha inoltre ribadito la richiesta di interventi di sanificazione e pulizia dell’area in zona rossa.

Il sindaco rassicura

Il sindaco di Mondragone Virgilio Pacifico, dal canto suo, ha dichiarato che si stanno eseguendo un numero considerevole di tamponi. Pacifico si è inoltre dimostrato seriamente preoccupato per la ripercussione negativa di questa situazione sul turismo balneare, rassicurando che il resto della città è Covid free, invitando la gente a uscire e frequentare i locali.

Contents.media
Ultima ora