×

Covid, Oms: “Riapertura delle scuole provocherà nuovo picco contagi”

Condividi su Facebook

I nuovi contagi da Covid, dovuti alla riapertura delle scuole, si inizieranno a vedere tra una settimana. Ad affermarlo il medico Ranieri Guerra.

covid scuole contagi
covid scuole contagi

Un nuovo aumento di contagi da Covid-19 sarà dato dalla riapertura delle scuole e investirà il nostro Paese nei prossimi 7 giorni. Ad affermarlo è stato il medico dell’Oms, Ranieri Guerra.

Covid, più contagi con la riapertura delle scuole

Gli effetti della riapertura delle scuole, avvenuta a partire dal 14 settembre scorso, si inizieranno a vedere tra una settimana. Lo afferma il virologo dell’Organizzazione Mondiale di Sanità, Ranieri Guerra. Intervenuto stamattina durante la trasmissione politica Agorà, su Rai 3, il medico ha avvertito che nel breve tempo si produrrà un notevole aumento di casi da Coronavirus. Questo sarà l’effetto della riapertura delle scuole su tutto il territorio nazionale.

Sarà inevitabile, secondo lo scienziato, un picco di contagi già dalla prossima settimana. Ad oggi, infatti, tutte le scuole d’Italia hanno ripreso a pieno regime con la didattica in presenza. Molti i casi, già dalle scorse settimane, che si sono verificati all’interno di numerose aule e che hanno portato professori e studenti a nuovi periodi di quarantena, obbligatoria o preventiva.

L’effetto scuole lo vedremo tra 1 settimana e capiremo se i ragazzi potranno essere veicolo all’interno delle loro famiglie – ha affermato Guerra.

“ancora non ha pesato l’apertura delle scuole. Ce la stiamo giocando nelle prossime 2-3 settimane”.

Scuole, salgono i contagi

L’obbligo della mascherina fuori dagli istituti e dentro le aule, insomma, non preserverebbe del tutto dal contagio. Il virus, come sappiamo, è difficile da contrastare e il contagio dato dagli asintomatici rimane il più complesso da accertare, soprattutto tra i banchi scolastici. Sono oltre 900 i nuovi contagi avvenuti negli istituti scolastici, più di 124 le scuole chiuse.

Da qualche giorno, per contrastare l’impennata di contagi dati dalla riapertura delle scuole, in diversi istituti si è pensato di effettuare test antigenici rapidi. La svolta potrebbe avvenire grazie alla rapidità del risultato dto dal tampone, il quale fornirebbe l’esito dopo solo 30 minuti di attesa.

Messinese, classe 1993, laureata magistrale in "Media, comunicazione digitale e giornalismo” presso La Sapienza di Roma. Collabora con “Auralcrave”, “Che tv fa”, “Metropolitan Magazine”.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Gianni
2 Ottobre 2020 13:19

Dopo che certi genitori hanno permesso e permettono ai ragazzi di fare tutto ora si da la colpa alla scuola se i contaggi aumentano Vergogna


Contatti:
Maria Zanghì

Messinese, classe 1993, laureata magistrale in "Media, comunicazione digitale e giornalismo” presso La Sapienza di Roma. Collabora con “Auralcrave”, “Che tv fa”, “Metropolitan Magazine”.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.