×

Napoli, mancano i posti-letto di terapia sub-intensiva

Condividi su Facebook

Risultano esserci soltanto cinque posti di degenza ordinaria tra tutte le strutture ospedaliere di Napoli per i positivi al coronavirus.

Napoli, mancano i posti-letto di terapia sub-intensiva

Il Covid-19 sta mettendo in crisi la sanità a Napoli. Mancano, infatti, i posti-letto in terapia sub-intensiva. Una situazione molto critica, che non sembra riuscire a far fronte in maniera totale all’emergenza sanitaria in corso. Secondo quanto reso noto da FanPage, i posti-letto di degenza ordinaria per Covid-19 sarebbero soltanto cinque tra tutte le strutture ospedaliere della città per i positivi al coronavirus.

Risulta esserci, invece, disponibilità per i pazienti di terapia intensiva. A Napoli risulta esserci il 40% dei posti ancora liberi per i casi più gravi.

Napoli, assenza di posti di terapia sub-intensiva 

A Napoli sono esauriti i posti-letto di terapia intensiva. Il Covid-19 sta mettendo in ginocchio le strutture sanitarie del capoluogo campano. I medici sono in difficoltà anche con il trattamento dei pazienti positivi al coronavirus risultanti essere in una situazione di medio rischio e che hanno bisogno dei caschi respiratori. 

I posti di degenza ridotti a cinque

Anche i posti di degenza sono prossimi all’esaurimento: ne sarebbero rimasti solamente cinque. Questo costringerà i nuovi pazienti positivi paucisintomatici a rimanere nelle proprie case in domiciliazione cautelare o, in alternativa, saranno costretti a chiedere aiuto ai nosocomi della provincia. In particolare gli ospedali della Asl Napoli 2 stanno fronteggiando i focolai dell’albergo di Pozzuoli e del comune di Monte di Procida. 

Nato a Capua il 4 Agosto 1988, si è laureato in Filologia classica e moderna ed è iscritto all'Ordine dei giornalisti di Napoli. Collabora con diverse testate giornalistiche online, tra cui Blasting News e Scuolainforma.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Della Corte

Nato a Capua il 4 Agosto 1988, si è laureato in Filologia classica e moderna ed è iscritto all'Ordine dei giornalisti di Napoli. Collabora con diverse testate giornalistiche online, tra cui Blasting News e Scuolainforma.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.