×

Ricciardi: “Lockdown in alcune aree metropolitane, situazione tragica”

Condividi su Facebook

Oltre a Milano, già zona rossa, secondo Walter Ricciardi anche altre aree metropolitane necessitano di tornare in lockdown.

coronavirus lockdown Milano e Napoli

Il consulente del Ministero della Salute Walter Ricciardi torna a ribadire la necessità di istituire il lockdown in alcune aree metropolitane. Oltre a Milano, dove gli ospedali sono in affanno e secondo il virologo Bassetti una persona su tre è positiva, la zona rossa andrebbe per lui allargata ad ad altre città dove la circolazione del virus sta diventando massiccia.

Ricciardi: “Lockdown in alcune aree metropolitane”

Intervistato dalla trasmissione Che tempo che fa, l’esperto ha parlato di una situazione “drammatica, a volte tragica e in continuo peggioramento“. Di qui il bisogno di prendere decisioni rapide come quella di chiudere alcune aree metropolitane ma anche rendere la Campania zona rossa, cosa che per lui avrebbe dovuto essere fatta due settimane prima.

Dopo aver visto le immagini di persone nelle piazze, nelle strade e nei lungomare senza mascherine e senza distanziamento, ha spiegato che “il sistema è da rafforzare immediatamente nelle aree dove servono medici e infermieri e alcuni di essi si stanno reinfettando“.

Una situazione che ha definito di guerra da preparare e gestire con una tempistica rapida e senza indugi.

Ricciardi ha dunque invitato tutti, governo, regioni, cittadini e professionisti ad unirsi per affrontare “quella che si profila come una tragedia nazionale“. A tal proposito ha citato la sospensione degli interventi chirurgici non programmati in alcuni ospedal. Nonché la quantità di persone che non possono essere curate per altre patologie come quelle cardiovascolari.

La mortalità di infarto acuto del miocardio e di ictus, ha sottolineato, è già aumentata già del 10%. Una tragedia nazionale, ha ribadito, causata da un virus che si muove con una rapidità enorme e che non ha bisogno di perdite di tempo ma di una catena di comando e di comunicazione unica.

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Manlio Amelio
9 Novembre 2020 10:16

AH! AH! AH! ma quando vi rendete conto che vi prendono per il cu-culo? dice sto grandissimo incompetente che non si possono vedere le piazze, le strade, i lungomari piene di gente senza mascherina, e poi dice che medici ed infermieri si stanno reinfettando, MA COME NON USANO LE MASCHERINE? o meglio le usano ma si reinfettano lo stesso! quando lo dite chiaramente che le mascherine NON SERVANO AD UN CAZZO! ZOMBI ITALIDIOTI QUANDO VI SVEGLIATE?


Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche

Contents.media