×

Donna uccisa mentre accompagna figli a scuola

La vittima era stata vista litigare con un uomo. I carabinieri, che stanno indagando, sono intenzionati ad interrogare il marito.

donna uccisa

Tragedia a Terzigno, in zona Napoli. Una donna, la 31enne Immacolata Villani, è stata uccisa da uno sconosciuto. L’assassino ha sparato a lei da uno scooter, per poi allontanarsi. Il fattaccio è avvenuto l’istante successivo ad aver accompagnato la figlia di 9 anni a scuola. Secondo alcuni testimoni, la donna uccisa avrebbe poco prima litigato con un uomo. Sul drammatico caso stanno lavorando i carabinieri. Si spetta del marito, e gli investigatori stanno cercando di risalire a lui per interrogarlo.

Donna uccisa Terzigno

Brutale assassinio a Terzigno. Doveva essere un inizio settimana standard. Sveglia presto e accompagnamento a scuola della figlioletta di 9 anni. Ma per Immacolata Villani, 31 anni e residente nel paese, non è stato così. Aveva appena augurato buona giornata alla sua bimba, prima che lei entrasse nella scuola situata nel quartiere di Boccia al Mauro.

Ad un certo punto, una losca figura, da uno scooter grigio, le spara. Per la povera Immacolata Villani non c’è nulla da fare. La figura, con ogni probabilità un uomo, con il volto coperto dal casco, mette in moto lo scooter grigio e scappa. Sono all’incirca le 8,15 del 19 marzo.
Sul luogo sono giunti i carabinieri. Questi sono incaricati di svolgere le indagini. Al momento si sospetta del marito. Alcuni testimoni, altri genitori che stavano accompagnando i loro figli a scuola, hanno affermato di aver visto la donna uccisa litigare con uomo. Potrebbe essere lo stesso che poi ha fatto fuoco su di lei. Pertanto, risulta molto importante fare luce sulla situazione familiare della donna uccisa. I carabinieri sospettano del marito, e si stanno impegnano a rintracciarlo.

L’obiettivo è quello di interrogarlo, sperando, almeno, di ricavare informazioni importanti su questo drammatico caso.

La scuola ha deciso di sospendere le lezioni. I bimbi che frequentano la struttura sono quindi stati fatti tornare a casa. Sono stati fatti uscire da un’altra uscita, per non mostrare loro il cadavere della donna uccisa, in quel momento ancora per terra e coperto da un telo bianco. Difficilissimo sarà spiegare loro cosa è successo. E lo sarà ancora di più spiegarlo alla povera bimba che non ha più una madre. Come invece dovrebbe avere. Chi ha ucciso la povera Immacolata Villani, non ha avuto pietà non solo della vittima, ma anche della figlioletta.

Precedente Terzigno

L’incubo del femminicidio insanguina di nuovo Terzigno. Purtroppo, il caso di Immacolata Villani ci riporta la mente al 2015.

Ci riporta alla mente il grave caso della povera Enza Avino. La donna, 35 anni, è stata barbaricamente uccisa dell’ex. Lui, Nunzio Annunziata, aveva inseguito in auto la povera Enza Avino. Quando questa è scesa dall’auto, il bruto le ha sparato senza pietà. La donna è caduta a terra. I soccorsi non hanno potuto fare nulla per salvarla, ed è morta in ospedale. L’assassino era stato più volte denunciato per il suo atteggiamento minaccioso.

Scrivi un commento

300
Caricamento...

Leggi anche