L'eclissi di Luna più lunga del secolo: buio per quasi 2 ore
L’eclissi di Luna più lunga del secolo: buio per quasi 2 ore
News

L’eclissi di Luna più lunga del secolo: buio per quasi 2 ore

In arrivo l'eclissi più lunga del secolo
In arrivo l'eclissi più lunga del secolo

Due ore di buio totale, altre due di eclissi parziale e la Luna rossa: ecco cosa accadrà nel cielo notturno del 27 luglio.

Gli appassionati di astronomia faranno bene a segnare questa data sul calendario: venerdì 27 luglio. A partire dalle ore 19.13 si verificherà un’eclissi di Luna che non ha precedenti nell’ultimo secolo. La Luna, infatti, entrerà nel cono d’ombra della Terra, lasciandoci “al buio” per quasi due ore. La copertura totale è prevista dalle ore 21.30 alle 23.14 e sarà preceduta e seguita da due eclissi parziali di un’ora ciascuna. Un fenomeno affascinante che sarà visibile dall’Italia anche a occhio nudo.

Eclissi da record

Il 27 luglio nel cielo si verificherà un fenomeno da record. Si tratta di un’eclissi totale di Luna (preceduta e seguita da eclissi parziali) dalla durata straordinaria. Gli esperti prevedono infatti che il “buio” durerà quasi due ore. L’ombra della Terra inizierà a oscurare la Luna intorno alle 19.13 ora italiana. Da quel momento, per un’ora e sei minuti, potremo assistere a un’eclissi parziale che porterà a un’oscurità sempre maggiore.

L’apice verrà raggiunto alle ore 20.30, quando il nostro satellite sarà completamente immerso nel cono d’ombra, diventando invisibile per due ore, fino alle 23.14. Poi, la Luna farà di nuovo la sua comparsa nel cielo estivo in modo graduale, attraverso un’eclissi parziale che si protrarrà per un’ulteriore ora e sei minuti.

Gli esperti affermano che si tratta di un evento imperdibile. L’eclissi del 27 luglio sarà infatti la più lunga del secolo. Dall’Italia sarà perfettamente visibile anche a occhio nudo. È consigliabile recarsi in un luogo lontano da inquinamento luminoso per poter godere appieno dello spettacolo.

La Luna rossa

La Luna del 27 luglio sarà affascinante anche per un altro motivo: apparirà rossa. In concomitanza dell’eclissi, infatti, il pianeta Marte si troverà in opposizione e i suoi raggi andranno a colpire il satellite durante il suo ingresso nel cono d’ombra della Terra. Il colore del pianeta si rifletterà sulla superficie lunare, tingendola di rosso.

Il cielo dell’estate 2018

L’estate 2018 è un periodo fortunato per tutti coloro che amano stare con lo sguardo rivolto al cielo.

Nel mese di giugno, gli assoluti protagonisti della volta celeste, visibili anche dall’Italia, sono i grandi pianeti del sistema solare. Mercurio appare subito dopo il tramonto, fino alle 22.30, nella costellazione dei Gemelli. Il più facile da individuare è il pianeta Venere, per via della sua luminosità che la rende il corpo celeste più brillante nel nostro cielo notturno dopo la Luna.

A fine giugno Saturno sarà in opposizione, condizione che lo renderà più luminoso del solito. Molte sono le associazioni e gli osservatori di tutta Italia che per l’occasione hanno aderito all’iniziativa “Occhi su Saturno” per permettere agli appassionati di godere di questo raro spettacolo. Poco prima di mezzanotte, fa la sua comparsa nella volta celeste anche Marte, con il suo inconfondibile colore rosso. Sarà in opposizione il 27 luglio, in concomitanza con l’eclissi lunare.

Tutti questi fenomeni saranno visibili dall’Italia anche a occhio nudo.

Per distinguere i pianeti dalle stelle, è bene ricordare che la loro luce non trema, ma è fissa, a differenza di quella che proviene dalle costellazioni.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Lisa Pendezza 567 Articoli
Lisa Pendezza, nata nel 1994 a Milano. Laureata in Lettere con la passione per i viaggi, il benessere e la lettura, spera di riuscire a girare il mondo con una macchina fotografica in una mano e un romanzo nell'altra. Amante dei libri, si limita per ora a leggerne molti, con il sogno nel cassetto di scriverne uno.