Fca, ceduta Magneti Marelli per 6,2 miliardi di euro
Economia

Fca, ceduta Magneti Marelli per 6,2 miliardi di euro

L'azienda di componentistica ad alta tecnologia per automobili passa a Calsonic Kansel, società giapponese controllata dal fondo americano Kkr.

Un altro marchio italiano storico passa di mano. Fca ha venduto Magneti Marelli a Calsonic Kansel, società del settore automotive nata in Giappone ma controllata dal fondo americano Kkr. L’operazione, che ha un valore di 6,2 miliardi di euro e punta “a creare un leader indipendente della componentistica automotive”, è stata annunciata oggi, in un comunicato congiunto da Fca, Magneti Marelli e Calsonic Kansei. Le società garantiscono la volontà di mantenere le attività in Italia e i livelli occupazionali. L’operazione dovrebbe concludersi entro la prima parte del 2019, ed è soggetta all’approvazione delle autorità regolatorie competenti.

La sede rimarrà in Italia

Le due società hanno annunciato che Magneti Marelli manterrà la sua sede a Corbella, in provincia di Milano. L’obiettivo è creare una grande azienda di componentistica per auto ad alta tecnologia, capace di raggiungere un fatturato globale di 15,2 miliardi di euro. Fca, Magneti Marelli e Calsonic Kansei hanno firmato insieme il comunicato dell’avvenuta cessione: “L’operazione rappresenta un’opportunità unica di combinare due business di successo.

“La nuova entità opererà su quasi 200 impianti e centri di ricerca e sviluppo in Europa, Giappone, America e Asia-Pacifico”.

Le dichiarazioni di Mike Manley

L’amministratore delegato di Fca, Mike Manley, ha commentato con positività la cessione societaria:”Loperazione riconosce il pieno valore strategico di Magneti Marelli ed è un altro importante passo nel nostro continuo focus sulla creazione di valore. L’accordo è un’opportunità ideale per accelerare la crescita futura di Magneti Marelli a beneficio dei suoi clienti e delle sue persone eccezionali”. E ha quindi aggiunto: “L attività così combinate continueranno a essere uno dei partner commerciali più importanti di Fca”

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche