Le detrazioni fiscali 2019 per equity crowdfunding | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Le detrazioni fiscali 2019 per equity crowdfunding
Economia

Le detrazioni fiscali 2019 per equity crowdfunding

investimento
investimento

Le detrazioni fiscali 2019 per l’equity crowdfunding permettono di diventare socio investitore di una startup o PMI innovativa

L’equity crowdfunding è una modalità di finanziamento che sta riscuotendo un notevole successo negli ultimi anni: tra le principali ragioni c’è la possibilità offerta a tutti gli utenti del web di poter partecipare all’investimento di un’azienda che si ritiene avere un potenziale inespresso, diventandone soci. Del resto, le imprese che ricorrono a questo meccanismo sono soprattutto startup e PMI innovative che colgono l’occasione dell’equity crowdfunding per poter realizzare in tempi brevi i propri progressi.

Dato il duplice vantaggio creato – da una parte dal punto di vista degli utenti che possono partecipare facilmente al finanziamento, dall’altra dal punto di vista dell’azienda che possono raccogliere rapidamente i fondi necessari – sono state istituite delle detrazioni fiscali che favoriscono entrambe le parti.

Equity crowdfunding, a chi spettano le detrazioni fiscali

I beneficiari delle nuove detrazioni fiscali 2019 possono essere sia persone fisiche sia persone giuridiche, cioè imprese. Questo aspetto è rimasto invariato rispetto all’anno scorso: ciò che cambia sono le aliquote riferite a ogni soggetto. In particolare:

  • persone fisiche: gli investitori potranno beneficiare di una detrazione IRPEF pari al 40% del capitale investito, fino a 1.000.000€ annui. Se l’investimento dovesse eccedere questa cifra, sarà possibile detrarre al massimo altri 300.000€, ma solo negli anni successivi.
  • Imprese: anche per questi soggetti l’aliquota è pari al 40%, ma l’agevolazione consiste in una deduzione IRES. Per sfruttare a pieno questo beneficio, l’importo massimo dell’investimento deve essere pari a 1.800.000€ annui.

Rispetto al 2018, in entrambi i casi, l’aliquota è passata quindi dal 30% al 40%, rendendo ancora più conveniente finanziare i progetti di PMI e startup innovative tramite equity crowdfunding. Inoltre, dal momento che l’obiettivo di questi incentivi è quello di far crescere gli investimenti destinati alle imprese innovative, i requisiti per beneficiare di queste agevolazioni sono:

  • holding period di 3 anni: per non perdere il vantaggio fiscale è necessario mantenere l’investimento per almeno 3 anni.
  • Investire in una startup innovativa: le startup devono mantenere lo status di “innovative” per almeno 3 anni.

Detrazioni fiscali per startup innovative e PMI

I benefici fiscali non riguardano solo gli investitori, ma anche le aziende che decidono di finanziarsi tramite equity crowdfunding. Le startup innovative e le PMI che sfruttano il meccanismo, infatti, possono sfruttare questi vantaggi:

  • esenzione dalle spese. Dal 2019 non è più necessario pagare l’imposta da bollo e i diritti di segreteria per l’iscrizione al registro delle imprese.
  • Detrazioni fiscali sulle remunerazioni se il pagamento di amministratori, dipendenti e collaboratori avviene tramite strumenti finanziari (come le stock options) l’azienda ottiene delle detrazioni fiscali.
  • Credito d’imposta pari al 35% sulle assunzioni a tempo indeterminato fino a 250.000€.
  • Accesso gratuito al Fondo Centrale di Garanzia attraverso cui sarà più facile richiedere prestiti per ottenere ulteriori fondi.

Grazie alle detrazioni fiscali il 2019 è l’anno migliore per ricorrere al crowdfunding sia per investire sia per cercare finanziamenti per la propria azienda. Se si hanno da parte dei risparmi da far fruttare o si ha in mente un progetto per la propria startup, questo è il momento giusto per agire.

Investire in Notizie.it

Notizie.it, in appena 18 mesi, è diventato uno dei primi 30 siti di informazione italiani. Si tratta di un risultato straordinario raggiunto grazie al grande seguito sui social media e soprattutto grazie a un modello di business innovativo che ha rivoluzionato il mercato dell’editoria. Per questo Notizie.it è su Mamacrowd, la piattaforma italiana di equity crowdfunding tramite cui l’azienda raccoglierà i fondi necessari per implementare un algoritmo di intelligenza artificiale. In questo modo, le performance della testata giornalistica cresceranno ulteriormente permettendole di offrire ai propri lettori un servizio ancora migliore.

Grazie all’equity crowdfunding è facile investire in Notizie.it: dal 14 maggio sarà possibile investire nell’azienda diventandone soci. In questo modo chi crede nel progetto contribuirà all’ulteriore crescita di una realtà già molto importante nel mondo dell’editoria, aiutando l’informazione a rimanere libera, gratuita e indipendente.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche