> > Erutta un vulcano in Guatemala: violente esplosioni e colate laviche

Erutta un vulcano in Guatemala: violente esplosioni e colate laviche

Il Fuego in attività

Erutta un vulcano in Guatemala: violente esplosioni e colate laviche con le autorità costrette a chiudere l'Aeropuerto Internacional “La Aurora”

Erutta un vulcano in Guatemala: violente esplosioni e colate laviche impressionanti hanno fatto tremare la popolazione.

L’attività piroclastica del Fuego è in attenuazione ma sono stati due giorni di vero terrore, giorni in cui l’ennesima spettacolare eruzione del gigante ha determinato esplosioni, espulsione di cenere e colate laviche

Erutta un vulcano in Guatemala: il Fuego è sveglio

Quella violenta attività ha spinto le autorità a chiudere temporaneamente l’Aeropuerto Internacional “La Aurora” a Città del Guatemala. Il Fuego è uno dei vulcani in assoluto piè attivi in America del Sud.

Il suo ultimo risveglio si è determinato nella notte tra sabato e domenica. Ad un certo punto è sgorgato un fiume incandescente di lava lungo i suoi pendii e nel cielo si è levata una colonna di cenere alta quasi due chilometri

Il precedente e la strage del 2018

E non è finita perché i venti tesi hanno anche spinto la cenere fin sopra la capitale, che dista 35 chilometri dalla bocca del vulcano.

A circa 16 chilometri c’è  Antigua, ex capitale e rinomata meta turistica del paese. Secondo i dati ufficiali delle autorità il Fuego erutta in media ogni quattro o cinque anni e nel 2018, fece una strage. Quell’eruzione fece scorrere fiumi di lava che andarono ad incenerire il villaggio di San Miguel Los Lotes ed ammazzarono 215 persone.