×

Ucraina, contestato il ministro, sul cartello “Inter merda”

Condividi su Facebook

In una manifestazione a Kiev contro il Ministro dell'Interno, accusato di corruzione, si è visto un cartellone con scritto "Inter merda".

Un episodio singolare è avvenuto nei giorni scorsi in Ucraina, infatti durante una manifestazione a Kiev, due persone hanno mostrato un cartello con una scritta singolare: “Inter merda”. Il club nerazzurro è stato preso di mira a causa della passione sportiva del Ministro degli Interni.

Il ministro Arsen Avakov infatti è da sempre un noto sostenitore della squadra e già in passato aveva reso pubblica sui social questa fede calcistica. Diversi Tweet dal suo profilo infatti hanno come soggetto il club allenato da Luciano Spalletti.

La passione calcistica del Ministro

Durante una manifestazione contro il governo ucraino di cui lo stesso Avakov fa parte si è fatto notare il cartellone incriminato. Un perfetto insulto che colpisce direttamente il Ministro, considerato inoltre il clima in cui è stato esposto.

La manifestazione infatti presentava folle urlanti e fumogeni rossi, una cornice calcistica in cui l’insulto si mimetizza al meglio. Le contestazioni sarebbero nate in seguito ad un presunto caso di corruzione che l’ha coinvolto in prima persona in cui anche il figlio dello stesso Ministro è coinvolto. Il politico inoltre aveva attirato l’attenzione dei media dopo aver comprato una villa nel bel paese per un milione di euro.

La fede Calcistica del ministro era già trapelata nel 2017 quando al gol di Mauro Icardi, che, aveva deciso il Derby per 3-2, sul suo profilo era apparso un tweet con proprio l’attaccante nerazzurro. Il post sul social recitava proprio “Forza Inter, Milano è nerazzurra”.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.