Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Aveva mal di testa, morta a 9 anni per emorragia cerebrale
Esteri

Aveva mal di testa, morta a 9 anni per emorragia cerebrale

jessica

Una bambina di 9 anni è morta per emorragia cerebrale. Aveva detto di volersi riposare a causa di un forte mal di testa, ma non si è più svegliata.

Jessica, una bambina di 9 anni, ha detto alla madre di avere mal di testa e di voler andare a riposarsi. La piccola però non si è più svegliata. E’ morta nella sua casa a causa di un’emorragia cerebrale. A dare l’allarme è stata la nonna che dopo aver provato più volte a svegliare la nipotina,
si è accorta che Jessica non apriva più gli occhi. La tragedia è avvenuta a Walsall, nel West Midlands.

Morta a 9 anni

La bimba si era distesa sul divano per fare un riposino a causa di un mal di testa. Jessica sembrava dormire, ma in realtà era stata colpita da un aneurisma che le ha causato un’emorragia cerebrale. La nonna ha provato più volte a chiamarla, ma non ricevendo risposta ha chiamato i soccorsi. Subito è stata sottoposta ad un intervento chirurgico d’urgenza ed è stata attaccata alle macchine per il supporto vitale. Il giorno successivo i famigliari hanno firmato per lo spegnimento dei macchinari.

Jessica era sana

La piccola non ha mai avuto problemi e la sua morte è arrivata all’improvviso, senza dare alcun segnale d’allarme.

La mamma ha raccontato al Daily Mail che la figlia lamentava un forte mal di testa: “pensavamo fosse semplicemente malata”. “I medici ci hanno detto che aveva una probabilità di sopravvivenza ridotta“, ha raccontato la donna, spiegando che se anche Jessica fosse giunta prima in ospedale nulla sarebbe cambiato.

Al funerale, tutti i presenti hanno indossato vestiti rosa, come forma di supporto al #TeamJess, l’hashtag lanciato dalla famiglia per una raccolta benefica. Tutti i fondi raccolti verranno devoluti all’Ospedale pediatrico di Birmingham. La cifra supera le mille sterline.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche