Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Gaza, raid israeliano su Hamas dopo i missili a Tel Aviv
Esteri

Gaza, raid israeliano su Hamas dopo i missili a Tel Aviv

Israele risponde al fuoco proveniente da Gaza e diretto a Tel Aviv della serata di giovedì 14 marzo con un offensiva su alcuni edifici di Hamas.

Alcuni aerei militari israeliani hanno bombardato le strutture di Hamas nella Striscia di Gaza venerdì, soltanto alcune ore dopo il lancio di due missili su Tel Aviv provenienti da Gaza; si tratta del primo attacco di questo tipo dopo la guerra del 2014. Non c’è notizia di vittime negli attacchi aerei che hanno colpito i sei edifici del gruppo islamista, poiché che erano già stati evacuati per precauzione. Testimoni hanno detto che le potenti esplosioni degli attacchi aerei hanno scosso edifici a Gaza e hanno illuminato la notte. L’esercito israeliano ha poi dichiarato che stava prendendo di mira “siti terroristici” a Gaza.

L’attacco a Tel Aviv

Giovedì sera, le sirene anti balistiche sono scattate a Tel Aviv, la capitale commerciale israeliana, partite dopo che i militari hanno identificato due razzi a lungo raggio in arrivo da Gaza. Non ci sono state vittime ma, i missili hanno fatto innervosire gli israeliani, soprattutto in vista delle elezioni del 9 aprile in cui il primo ministro Benjamin Netanyahu cercherà un quinto mandato sulla base del suo saper mantenere la sicurezza nazionale.

È stato il primo attacco di questo tipo alla città dalla guerra di Gaza del 2014 tra Hamas e Israele. Ci sono stati diversi round di combattimento più piccoli dalla fine della guerra ma, fin ora sempre contenuti da mediazioni egiziane e statunitensi. “Hamas ha effettuato il lancio di razzi contro Tel Aviv ieri sera”, ha detto il tenente colonnello Avichay Adraee, anche se Hamas ha negato il coinvolgimento, affermando che i lanci si sono svolti mentre i suoi leader si stavano incontrando con i delegati egiziani per assicurare un “cessate il fuoco” a lungo termine con Israele. Anche il Movimento per il Jihad islamico e i Comitati di resistenza popolare, due fazioni armate minori di Gaza, hanno negato la responsabilità e il coinvolgimento in questo attacco. Gli analisti israeliani hanno quindi ipotizzato che alcuni militanti palestinesi, contrari a qualsiasi accordo tra Hamas e Israele, siano responsabili dei lanci.

Tutti contro Hamas

Arriva anche il sostegno Usa a Israele: “Hamas e altre organizzazioni terroristiche a Gaza continuano a far fallire la loro gente giorno dopo giorno e a trascinare Gaza ancora più in basso, scegliendo costantemente la violenza”, ha twittato Jason Greenblatt, l’inviato in Medio Oriente della Casa Bianca.

“Questo metodo non funzionerà mai. Mai!”. Naftali Bennett, un membro del gabinetto di sicurezza di Netanyahu (in competizione contro di lui all’interno del centrodestra nelle elezioni incombenti) ha chiesto l’eliminazione dei capi di Hamas: “È arrivato il momento di sconfiggere Hamas una volta per tutte”, ha detto giovedì.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Marco Lomonaco
Marco Lomonaco 337 Articoli
Classe '95, nato a Milano, vive a Rho. Laureato in filosofia alla Statale, poi masterizzato al Sole 24 Ore. E' vice responsabile di redazione a IlGiornaleOFF, spin-off culturale del weekend e webzine del quotidiano Il Giornale. Scrive per Il Giornale, per il settimanale OGGI e per Notizie.it. Ha lavorato a Radio24 nel team de La Zanzara di Cruciani e Parenzo.