×

Coronavirus, ragazzo spara ai genitori della fidanzata: è omicidio

Un giovane ragazzo spara ai genitori della fidanzata negli Usa. Volevano tenerli lontani per via del Coronavirus.

Coronavirus, ragazzo spara ai genitori della fidanzata
Negli Usa un ragazzo spara ai genitori della sua ragazza, volevano separarli per via del Coronavirus.

Negli Usa un ragazzo spara ai genitori della sua fidanzata e li uccide, complice il Coronavirus. Ebbene sì, anche se sembra strano la pandemia c’entra con il fatto di cronaca, ma indirettamente. Khari Sanford ha 18 e su di lui ora pende l’accusa di omicidio colposo: ha compiuto una grave brutalità e non tornerà più indietro.

Ragazzo spara ai genitori della fidanzata

La discussione che ha portato all’omicidio si sarebbe scatenata perché i genitori della sua ragazza volevano tenerli separati, misura necessaria per scongiurare il contagio da Coronavirus.

Sembra sensato per molti, ma per Sanford non lo è stato. Le vittime sono la dottoressa Beth Potter, 57 anni, e Robin Carre, stessa età della moglie.

La coppia aveva insistito perché Sanford non vedesse la figlia, perché la signora Potter era affetta da una patologia che l’avrebbe messa a rischio se avesse contratto il Coronavirus.

I due ragazzi però hanno ignorato la regola, tant’è che Beth e Robin si sono visti costretti a farli trasferire presso una casa in affitto. Durante il trasloco è scoppiata la lite che ha portato Sanford all’omicidio.

Omicidio per colpa del Coronavirus

La figlia dei Carre avrebbe accusato la madre, dicendole che non si prendeva cura di lei e non le rivolgeva più parola. Secondo alcune indiscrezioni, pare che la ragazza avesse confessato a Sanford di avere genitori molto ricchi, e che lui avesse parlato di “fare soldi”.

Beth e Robin sono stati colpiti alla testa da distanza ravvicinata, come in un’esecuzione, ed erano in pigiama, scalzi.

Khari Sanford avrebbe poi chiamato un amico: “Giuro di averli colpiti, come sono sopravvissuti?”, gli ha detto, rendendosi conto che una delle vittime era ancora viva. Un simile fatto di cronaca, a Chicago, ha visto protagonista un uomo di 54 anni e sua moglie, alla quale ha sparato perché temeva avesse il Coronavirus: lui subito dopo si è tolto la vita.

Contents.media
Ultima ora