×

Covid-19 USA, altri 1.920 morti: stato d’emergenza in tutti gli Stati

Per la prima volta nella storia degli Stati Uniti tutti e 50 gli stati sono sotto la dichiarazione di stato d'emergenza.

coronavirus usa

Nell’arco delle ultime 24 ore gli Stati Uniti hanno registrato 1.920 morti e il presidente Donald Trump ha approvato la dichiarazione di stato di calamità anche per il Wyoming. Quest’ultimo era l’unico stato in cui finora non era stata proclamata la massima allerta.

Per la prima volta nella storia degli Stati Uniti, quindi, tutti e 50 gli stati sono sotto la dichiarazione di stato d’emergenza.

Oltre 1900 morti in 24 ore

In base ai dati della Johns Hopkins University, nell’arco delle ultime 24 ore sono morte 1.920 persone a causa del Covid-19.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha firmato la dichiarazione di stato di calamità anche per il Wyoming e pertanto tutti e 50 gli stati americani sono in stato d’emergenza.

Negli USA il numero delle vittime ha superato i 20 mila e come si evince dal New York Times: “In Italia il virus ha ucciso 19.468 persone, circa 32 ogni 100.000.

Negli Stati Uniti il numero di morti ogni 100.000 abitanti è di sei”. Con oltre mezzo milione di casi, quindi, gli Stati Uniti si presentano come il focolaio mondiale del coronavirus superando anche l’Italia per il numero di vittime.

Dati allarmanti, con la sola area di New York che ha registrato 783 vittime nell’arco di 24 ore. Nonostante ciò negli USA si inizia già a pensare a quando poter riaprire, con la maggior parte dei governatori dei maggiori stati molto cauti sull’ipotesi di una riapertura a breve.

È la decisione più grande di tutta la mia vita“, ha ammesso il presidente Donal Trump, che ha assicurato di volersi fare aiutare dalle “menti migliori”.

Contents.media
Ultima ora